EventiEvidenza

L’Università di Sassari incontra Alessandro Bergonzoni

Lunedì 8 aprile al Dipartimento di Architettura di Alghero. Martedì 9 lezione aperta con la fotografa Alessandra Chemollo

Alessandro Bergonzoni

Alghero. Lunedì 8 e martedì 9 aprile, il Dipartimento di Giurisprudenza e il Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica dell’Università di Sassari – nell’ambito del master Decapro, Master di II livello in Diritto ed Economia per la Cultura e l’Arte nella Progettazione dello sviluppo territoriale, e del Dottorato di Ricerca in Architettura e Ambiente –  accoglieranno due ospiti di eccezione: l’attore Alessandro Bergonzoni e la fotografa Alessandra Chemollo.

I due incontri sono organizzati in collaborazione con il Comune di Alghero, la Fondazione di Alghero e Sentieri Contemporanei, palinsesto di dialogo tra arte, scienza e formazione promosso da Fondazione di Sardegna, Decamaster e Zerynthia o.d.v.

Alessandro Bergonzoni – artista, autore e attore – è ospite del master DECAPRO nell’ambito della rassegna DAS – Diritto, Arte e Società curata da Domenico D’Orsogna. L’incontro, previsto per le 17 di lunedì 8 aprile nei locali del Dipartimento di Architettura, Design e Urbanistica di Alghero, rappresenta il momento conclusivo del ciclo di incontri “Contemporary Art and Reality”, ideato e coordinato dalla critica d’arte e giornalista Manuela Gandini, che introdurrà i lavori e dialogherà con l’artista.

La lezione aperta di Alessandra Chemollo – fotografa di fama internazionale – si intitola “Spazi e Rappresentazioni. La danza della luce”, ed è prevista per martedì 9 aprile alle 17 nella sede della Biblioteca del Mediterraneo e nell’ambito delle iniziative didattiche del Dottorato di Ricerca in Architettura e Ambiente.

La partecipazione è libera, ma data la limitata disponibilità di posti, per l’incontro con Alessandro Bergonzoni è necessario iscriversi (informazioni e modulo sul sito dell’Università di Sassari al link https://www.uniss.it/uniss-comunica/unisspress/uniss-incontra-alessandro-bergonzoni-e-alessandra-chemollo).

Alessandro Bergonzoni (Bologna, 1958). Artista, attore, autore, scrittore. Quindici spettacoli teatrali al suo attivo e sei libri. Nel cinema due partecipazioni: “Pinocchio” (2001) di Roberto Benigni e “Quijote” (2006) di Mimmo Paladino. Da anni tiene una rubrica sul Venerdì di Repubblica dal titolo “Aprimi Cielo”, dal 2005 si avvicina anche al mondo dell’arte esponendo in varie gallerie e musei italiani. Ha vinto il Premio UBU nel 2009 come migliore interprete maschile nel teatro italiano, il premio Hystrio nel 2008 e il Premio della Critica 2004/2005. Parallelamente al tour del suo ultimo spettacolo “Trascendi e Sali”; ha presentato in varie Pinacoteche Nazionali l’installazione performativa “Corpi del (C)reato ad arte (il valore di un’opera, in persona)”. www.alessandrobergonzoni.it

Alessandra Chemollo (Treviso, 1963). Laureata presso l’Università di Architettura IUAV di Venezia nel 1995, con una tesi sulla relazione tra architettura e fotografia (Storia fotografica dell’opera di Alvaro Siza. Relatori: proff. Marco De Michelis, Paolo Costantini). La riflessione sulla rappresentazione dell’opera architettonica si sviluppa nel suo lavoro professionale e nei progetti autonomamente prodotti, senza soluzione di continuità. Ha realizzato progetti fotografici a illustrazione di numerosi testi monografici, approfondendo specifiche modalità di lettura dell’opera architettonica a partire da assunti documentari, grazie alla stretta collaborazione con gli storici dell’architettura – a partire dall’esperienza con Manfredo Tafuri. Nella sua trentennale esperienza professionale, spazia dall’architettura storica a quella contemporanea e sviluppa ambiti teorici con finalità didattica e curatoriale. Il suo lavoro è stato pubblicato dalle più prestigiose riviste internazionali ed è stato esposto in mostre nazionali e internazionali. www.orsenigochemollo.com

Manuela Gandini (1961) è critica d’arte, giornalista, curatrice indipendente. Scrive per il quotidiano La Stampa ed è redattrice della rivista culturale Alfabeta2. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano per il Biennio di Studi Curatoriali. Ha collaborato con Il Giorno, Il Sole 24 Ore, Diario, Arte. Dal 2002 al 2007 ha diretto lo spazio multidisciplinare Artandgallery a Milano. È autrice di numerosi saggi tra i quali “1990-1962 Ubi Fluxus Ibi Motus” in AAVV, Mazzotta, 1999, Milano; “Jean Toche. Intollerance”, ed. Mudima, Milano 2010.” Affresco live. Storia di un incontro”, Postmedia books, Milano 2008; “Ileana Sonnabend. The queen of art” Castelvecchi, Roma 2008. Ha lavorato su temi estremi a Sarajevo durante la guerra nel 1994-95 e ha collaborato con il Progetto Casina nel Carcere di San Vittore a Milano.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: