EvidenzaHinterland

L’Unione del Coros ha incontrato l’assessore Salaris

Viabilità urbana ed extraurbana, mitigazione del dissesto idrogeologico, reti di drenaggio della acque bianche, infrastrutture idriche tra i temi affrontati

Ossi. I sindaci del territorio del Coros hanno incontrato nella sede dell’Unione a Ossi l’assessore regionale dei Lavori pubblici Aldo Salaris, che da diversi mesi si sta confrontando con gli amministratori locali per comprendere al meglio le esigenze e le criticità dei comuni della Sardegna. Ieri mattina l’assessore è stato accolto dai primi cittadini dei dodici comuni aderenti all’Unione, riuniti nella sala consiliare di via Marconi. Ad aprire l’incontro è stato il presidente Carlo Sotgiu, che, dopo aver ringraziato l’assessore per la sua disponibilità, ha illustrato le principali carenze infrastrutturali che gravano sul territorio e che possono essere affrontate anche grazie al nuovo strumento messo a disposizione dallo Stato, il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

«Ci sono delle grandi opportunità legate al Pnrr – ha spiegato il presidente Sotgiu –. Nei giorni scorsi, come sindaci del Nord Sardegna, abbiamo più volte chiesto di essere interpellati per costruire un programma di investimenti condiviso. Con questo incontro intraprendiamo il percorso giusto». Dopo il suo intervento, gli amministratori sono intervenuti singolarmente, affrontando sinteticamente le azioni utili necessarie a uno sviluppo armonico del territorio. Viabilità urbana ed extraurbana, mitigazione del dissesto idrogeologico, reti di drenaggio della acque bianche, infrastrutture idriche sono stati i temi principali emersi. Argomenti di stretta competenza dell’assessore regionale che ha ascoltato con attenzione e ribadito il suo massimo impegno. «Le esigenze dei piccoli comuni della Sardegna – ha assicurato Salaris – sono al centro della mia attenzione e dell’intera Giunta regionale. Mi impegno ad affrontare i temi portati sul tavolo per trovare le giuste soluzioni, grazie anche ai fondi che ci verranno assegnati in questa importante fase storica, con la grande quantità di risorse a disposizione con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e attraverso la nuova programmazione dei Fondi di Sviluppo e Coesione».

Oltre alle problematiche che rientrano nei lavori pubblici, i sindaci hanno chiesto a Salaris, nella sua vesta di consigliere regionale, di farsi portavoce presso gli altri assessorati di ulteriori criticità sul fronte della manutenzione della viabilità rurale, infrastrutturazione delle zone industriali e artigianali, riqualificazione dei centri storici. Dal confronto è emersa dunque la volontà da parte degli amministratori di collaborare appieno affinché si riesca a sfruttare concretamente le opportunità offerte dal Piano nazionale di Ripresa e Resilienza, ragionando in un ottica territoriale condivisa, partecipata e produttiva.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: