Spettacoli

Le Quattro Stagioni di Vivaldi illustrate

Oggi (mercoledì) alle 19 nella Sala Sassu del Conservatorio di Sassari. Musica, immagini, poesia riunite in un progetto unico

 

 

AntonioVivaldi
Antonio Vivaldi

Sassari. Musica, immagini, poesia riunite in un progetto unico sulle “Quattro stagioni” di Vivaldi che sarà presentato mercoledì 20 aprile alle 19 nella Sala Sassu nell’ambito della stagione “I mercoledì del Conservatorio”. Ad interpretare i quattro concerti grossi per violino ed orchestra del prete rosso sarà l’Orchestra da camera composta sostanzialmente dagli allievi degli ultimi anni e da neodiplomati formatisi al Canepa e che avrà come maestro concertatore Michelangelo Lentini, docente del conservatorio sassarese e violinista di fama internazionale grazie anche alla sua collaborazione con la prestigiosa orchestra “I Solisti Veneti”. La formazione che si esibirà mercoledì è composta da: Mattia Osini, Federica Nuvoli, Maria Gulia Topa, Davide Grisorio, Andrea Pinna (Violini I); Anna Vilardi, Roberta Dore, Giulia Tanca, Fulvio Corda (Violini II); Maria Beatrice Aramu, Paola Orani (Viole); Fabio Lambroni, Paolo Tedde, Michele Carta (Violoncelli); Maurizio Mela (Contrabbasso). Al clavicembalo la professoressa Mara Fanelli.

Le Stagioni di Vivaldi sono raccolte sotto il titolo “Il cimento dell’armonia e dell’invenzione” e costituiscono un perfetto esempio di musica a programma, cioè musica scritta con l’intento descrittivo, ispirata da altrettanti sonetti poetici scritti probabilmente dallo stesso Vivaldi. Le atmosfere, le energie, le visioni descritte dalle parole si trasformano in musica che a sua volta intende suscitare suggestioni legate al testo, così, ad esempio, l'”Inverno” è dipinto spesso a tinte scure e tetre, al contrario l'”Estate” evoca l’oppressione del caldo, oppure una tempesta nel suo ultimo movimento. Per consentire al pubblico di immedesimarsi meglio nell’opera, durante la serata saranno letti i sonetti e Lentini guiderà un prima esemplificazione dimostrativa degli elementi, dei temi musicali che specificatamente sono stati concepiti per esprimere i vari versetti. Poi seguirà l’esecuzione integrale che si avvarrà anche della proiezioni di immagini curata da Alessandro Paddeu.

Prima del concerto si terrà una breve cerimonia per l’assegnazione di una borsa di studio ad uno studente del Conservatorio, cortesemente messa a disposizione dall’Associazione “Matteo Sanna la tua Musa”. La borsa di studio, riservata agli studenti iscritti al biennio specialistico, sarà consegnata dalla presidente dell’Associazione Candida Manca.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: