Sassari

I lavoratori della Multiss incontrano Guido Sechi

A colloquio con l’amministratore straordinario della Provincia di Sassari. Subito i servizi a regime sino al 31 dicembre e tutti i lavoratori al loro posto

 

PalazzoProvinciaSassari. L’amministratore straordinario Guido Sechi ha voluto incontrare i rappresentati dei lavoratori della partecipata della Provincia di Sassari per spiegare gli indirizzi dell’amministrazione per i prossimi mesi di attività. Con l’adozione del decreto Enti Locali da parte del governo si rende possibile affrontare alcune emergenze e superare la situazione di grave difficoltà che si era creata per la società Multiss partecipata della Provincia.

Lo sconto sulle sanzioni per lo sforamento del Patto di Stabilità per l’anno 2014, previsto dal decreto, consente all’Amministrazione Provinciale di Sassari di poter disporre di nuove risorse finanziarie da allocare in bilancio, con cui è possibile finanziare i contratti della società in house Multiss che fornisce i principali servizi strumentali quali la manutenzione delle strade, delle scuole, i servizi informatici e la disinfestazione, per riportare gli stanziamenti ai livelli storici antecedenti il 2014. A causa della mancanza di fondi, dovuta alla drastica riduzione dei trasferimenti statali e regionali, i contratti per servizi stipulati dai diversi settori dell’amministrazione provinciale con la partecipata erano stati ridotti nel 2014 di quasi il 40% con pesanti ripercussioni sia sui dipendenti della Multiss che sulla qualità dei servizi erogati.

GuidoSechiAmmStraor.jpg
Guido Sechi

Con l’approvazione del Bilancio 2015 da parte dell’amministrazione provinciale verranno destinate ad incremento dei contratti Multiss risorse per euro 1.960.454, portando gli stanziamenti complessivi destinati alle attività della partecipata a circa di 7,5 milioni, ovvero più di quanto era destinato dall’Amministrazione all’azienda quando i servizi erano a regime. Questo impegno produrrà immediatamente effetti positivi riguardanti la corresponsione degli stipendi dei dipendenti e la ripresa del lavoro da parte di quei dipendenti della società che in questi mesi avevano ricevuto gli avvisi di licenziamento.

Questo atto che consente alla Provincia di garantire i servizi strumentali sino al 31 dicembre 2015, rappresenta una garanzia di continuità per i cittadini e per i lavoratori, in attesa che venga definito dal legislatore regionale il processo di riordino degli enti locali e delle sue partecipate.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: