CronacaEvidenza

L’Anci sostiene i 47 comuni sardi che aderiscono alla Banca delle Terre abbandonate

È il Progetto SIBaTer per la valorizzazione dei beni non utilizzati nelle Regioni del Mezzogiorno. Questo pomeriggio ultimo appuntamento webinar. Introduzione a cura di Nicola Sanna

Sassari. Il Progetto SIBaTer “Supporto Istituzionale alla Banca delle Terre abbandonate e incolte e misure per la valorizzazione dei beni non utilizzati nelle Regioni del Mezzogiorno” (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, e Sicilia), è un intervento affidato ad ANCI nazionale (e alla sua Fondazione IFEL) dall’Agenzia per la Coesione Territoriale, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.

Nel corso degli ultimi mesi si sono svolti 11 incontri territoriali che a causa della pandemia si sono svolti in modalità webinar, e che hanno visto partecipare 202 comuni, con 172 manifestazioni di interesse e 47 adesioni formali con altrettante delibere delle giunte comunali aderenti al progetto, pari al 13% dei Comuni Sardi. «Un risultato eccellente – ha dichiarato il presidente di Anci Sardegna, Emiliano Deiana –, considerato che complessivamente nelle 8 regioni meridionali hanno aderito 348 comuni su 2.500, che ci colloca tra le regioni più attive in questa impresa di recupero delle terre di proprietà comunale inutilizzate da destinare all’insediamento dei giovani al di sotto dei 40 anni».

Venerdì 26 febbraio, alle 15,30, si terrà l’ultimo appuntamento webinar con i comuni aderenti ma aperto anche a tutti gli interessati, per l’illustrazione delle procedure di assegnazione delle terre con il contributo e l’esperienza delle cooperative di comunità. «Basterà registrarsi presso il sito Web dell’Anci Sardegna – comunica la direttrice regionale Daniela Sitzia – per ricevere le credenziali di accesso e sviluppare cosi le diverse sinergie e potenzialità che si esprimono nel territorio regionale a favore dell’impiego giovanile nel settore primario».

Introdurrà i lavori del webinar l’esperto Anci-Sibater per la Regione Sardegna Nicola Sanna che illustrerà le procedure di censimento delle terre, assegnazione e valorizzazione alle imprese individuali o collettive dei terreni da destinare alla ripresa produttiva. Seguiranno gli interventi di Giuseppe Daconto della Confcooperative e Paolo Scaramuccia di Legacoop nazionale sul ruolo della cooperazione nel progetto Banca delle Terre e le testimonianze di due realtà isolane impegnate nella coltivazione dei terreni abbondonati di proprietà comunale e di privati resi disponibili ai progetti di recupero produttivo, economico e sociale come la coop sosiale St’Orto-Coltiviamo diritti di Giba e la coop sociale Cospes di Ozieri.

Comuni che hanno già deliberato: Allai, Arborea, Ballao, Banari, Belvì, Bortigali, Bortigiadas, Borutta, Bosa, Cabras, Cargeghe, Decimomannu, Decimoputzu, Dorgali, Escalaplano, Fluminimaggiore, Fonni, Fordongianus, Galtellì, Girasole, Guasila, Mandas, Mores, Morgongiori, Muros, Nuoro, Osilo, Ozieri, Quartu, Santu Lussurgiu, Sedini, Selargius, Sennori, Settimo San Pietro, Siddi, Siliqua, Sinnai, Sorso, Suni, Tergu, Tula, Uri, Uta, Vallermosa, Villamar, Villamassargia, Villaspeciosa.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: