EvidenzaPorto Torres

L’analisi. Calma piatta a Porto Torres

La politica cittadina sembra narcotizzata. Intanto sabato pomeriggio sarà in città il neoassessore regionale al Turismo Gianni Chessa (PSd’Az)

Porto Torres. Quattro anni di amministrazione pentastellata sembrano avere narcotizzato la politica di Porto Torres. Non che la Giunta Wheeler abbia fatto faville, tutt’altro. Tuttavia la sconfitta terribile alle ultime amministrative degli altri schieramenti politici hanno creato vuoto e rassegnazione. Chi cerca di fare qualcosa è il PSd’Az, che pur con qualche divisione interna è abbastanza attivo nell’iniziativa politica e proprio sabato 27 maggio alle 15,30 ospiterà la prima uscita ufficiale del neoassessore regionale al Turismo Gianni Chessa, sardista pure lui. Qualche segnale arriva dal Partito dei Sardi, qualche timido tentativo si registra nel Pd locale. Poi il nulla, calma piatta. L’opposizione in Consiglio Comunale è lasciata più che altro a iniziative dei singoli.

Eppure la situazione socio-economica della città è ai minimi storici e Porto Torres vive una situazione di isolamento politico senza precedenti. Da parte della Giunta Wheeler i progetti latitano e si perde più tempo a litigare con la struttura e a dare la colpa agli altri che a governare la città. L’attuale primo cittadino appare non riproponibile alle prossime elezioni: lo sa anche lui, lo sanno anche i grillini locali, che sembrano puntare alla carica di sindaco su Loredana De Marco, ex presidente del Consiglio Comunale. Altri nomi non se ne fanno, specie negli altri schieramenti: più un segnale di apatia che di tattica o calcolo politico. Eppure un anno passa in fretta e chi pensa di scalzare facilmente i Cinque Stelle si sbaglia di grosso. Nonostante la sostanziale delusione dell’Amministrazione Wheeler il consenso pentastellato a Porto Torres non è infatti da sottovalutare e se dalle altre parti alle regionali è stato il tonfo, in città il Movimento Cinque Stelle ha tenuto. Quindi o si crea (da parte degli altri schieramenti) una coalizione forte, con un sindaco credibile, o l’eventualità di una riconferma dell’Amministrazione Pentastellata non è in questo momento un’ipotesi da scartare. Specie se si arriva al ballottaggio, dove a Porto Torres hanno sempre contato più i dispetti al vicino che il puro calcolo politico.

Argentino Tellini

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: