Sardegna

La Sardegna chiude gli ospedali psichiatrici giudiziari

È la prima regione in Italia insieme al Lazio che rispetta il termine imposto dal Governo. La Giunta, su proposta dell’assessore Luigi Arru, ha approvato le disposizioni

 

CentenarioBrigataCerimoniaLuigiArru1Cagliari. La Sardegna è la prima regione italiana insieme al Lazio a rispettare il termine ultimo imposto dal Governo per la chiusura degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari. La Giunta Regionale, che si è riunita oggi in viale Trento sotto la presidenza di Francesco Pigliaru, su proposta dell’assessore della Sanità Luigi Arru ha approvato le disposizioni per il definitivo superamento degli Opg, impegnandosi a elaborare e attuare programmi personalizzati di dimissione e presa in carico dei pazienti da parte dei Dipartimenti di Salute Mentale. «È un provvedimento di cui andiamo particolarmente orgogliosi – dice l’assessore Arru –. Ci sono 22 sardi ricoverati di cui la Regione deve d’ora in poi interamente farsi carico: di questi, 18 possono essere dimessi e seguiti con programmi personalizzati. Abbiamo individuato una struttura a Capoterra e stretto un accordo con la Asl di Sanluri. Adesso presenteremo tutta la documentazione al Ministero, il che consentirà di sbloccare risorse economiche e umane». Sempre su proposta dell’assessore della Sanità, l’esecutivo ha approvato la proroga delle linee guida per i Piani locali unitari dei servizi alla persona, la modifica dei criteri di assegnazione del finanziamento indistinto della spesa sanitaria della parte corrente del 2013 e approvato definitivamente il riparto delle risorse destinate al finanziamento indistinto del Servizio Sanitario Regionale tra le Aziende Sanitarie.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: