EvidenzaSport

La Dinamo vince anche senza il Poz

Contro la Leonessa Brescia finisce 76-70, dopo avere rischiato nel primo tempo. Nel terzo quarto 22-0 per i biancoblù

Sassari. I numeri dicono tutto: un parziale di 22-0 incredibile, una terza frazione spettacolare. Tanto è stato che un Banco privo di coach Pozzecco influenzato è riuscito alla fine a dominare la Leonessa Brescia, al PalaSerradimigni finisce 76-70

Tanti gli ex della sfida: coach Esposito, coach Baioni, Brian Sacchetti e Michele Vitali. Tra i bresciani indisponibile Ken Horton per una frattura alla mano, tutti a disposizione tra le file del Banco eccetto coach Gianmarco Pozzecco costretto a rimanere a casa a causa dell’influenza. Minuto di silenzio prima della palla a due in ricordo del presidente regionale del Coni Gianfranco Fara.

Apre Pierre in contropiede, Brescia subito impattante dall’arco, 2-6 in avvio. Mini break sassarese, Spissu ristabilisce gli equilibri, la Dinamo lavora bene in difesa con Pierre, Evans produce punti importanti, rotazioni per coach Casalone, la Leonessa risponde colpo su colpo, è il quarto delle difese, dopo 10’ è 15-15.

Brescia prova ad allungare, la Dinamo a cronometro fermo rosicchia punti nonostante il 50% dalla lunetta nella seconda frazione, sul +4 ospite è timeout Banco. Biancoblù contratti, tecnico a Miki Vitali parecchio nervoso, la Leonessa scappa sino al +9, Marco Spissu si carica la squadra sulle spalle e insieme a Jerrells argina l’offensiva ospite ma è ancora minuto per coach Casalone, 25-34 al 16’. In casa Brescia si accende Abass, Evans riprende a segnare e si conferma top scorer del primo tempo (5/5 da 2), Laquintana manda a segno la sesta tripla di squadra su 12 tentativi, mentre la Dinamo rimane inchiodata su 2 su 11 dai 6,75. Bilan nel finale rende meno pesante il passivo, al 20 è 39-42.

Il Banco rientra in campo determinato, segna e difende, le triple di Spissu e Vitali scrivono parità e sorpasso, Brescia rimane inerme di fronte ad una Dinamo che risale pian piano e a cavallo tra primo e secondo tempo concretizza un parziale di 16-0, dal 34-42 al 50-42. Esposito chiama timeout, ma la Leonessa non si scuote, l’incredibile parziale prosegue fino al 22-0, Moss sblocca i suoi solo dopo 6’30’’ di blackout, 56-44 al 26’. La Leonessa prova a rialzare la testa con Moss ma è la serata di Spissu, 16° punto per lui, +11 Dinamo, Brescia rosicchia punti e al 30 è 61-54.

La Leonessa sembra non mollare, due bombe a testa di Gentile e Jerrells provano al 34’ a sigillare con largo anticipo il match, la panchina ospite sul 74-61 chiama timeout. Brescia lotta ma i giganti gestiscono bene il vantaggio nel finale e conquistano un’altra importantissima vittoria in chiave Final 8, al PalaSerradimigni finisce 76-70.

La sala stampa. «Complimenti a Sassari e a chi l’ha messa in piedi, questa sera abbiamo affrontato una grande squadra costruita bene in cui Spissu dimostra la sua crescita esponenziale, di cui sono davvero contento, ed è il propulsore della squadra e Jerrells quando conta risponde sempre – è il commento di coach Giacomo Baioni –. Noi abbiamo giocato una delle migliori partite fino a questo momento in campionato, abbiamo cercato di tenere il nostro ritmo e ci siamo passati la palla. Abbiamo costruito buone soluzioni di tiro e fatto quello che volevamo dal punto di vista difensivo. Poi quel break subito a cavallo tra secondo e terzo quarto che ha dato al Banco fiducia e inerzia. Io personalmente, ma posso parlare per tutto lo staff siamo contenti della partita fatta, la performance c’è assolutamente stata, rialziamo la testa e andiamo avanti. Peccato per quel parziale perché c’è stato qualcosa di nostro ma anche tanto della Dinamo».

«Per prima cosa vi tranquillizzo sulle condizioni di Gianmarco Pozzecco che oggi non è riuscito ad essere della partita a causa di un virus – ha esordito il coach biancoblù Edoardo Casalone –. Copierei un po’ le sue conferenze perché a maggior ragione oggi i ragazzi sono stati strepitosi, a volte quando manca il capo allenatore si ha o poca tensione o si tende a strafare invece tutti hanno fatto una partita pazzesca. Nei momenti in cui non siamo riusciti ad esprimere la nostra pallacanestro è stato merito di Brescia che ci ha messo in difficoltà togliendoci punti di riferimento, complimenti ai nostri avversari. Noi siamo riusciti nonostante la mancanza di ritmo a rimanere in partita sul finire del secondo quarto e penso sia significativo il dato di 96 a 73 nella valutazione finale anche se il punteggio finale dice 76-70».

 

I tabellini

Dinamo Banco di Sardegna – Germani Basket Brescia 76-70
Arbitri: Roberto Begnis, Mark Bartoli, Gianluca Capotorto
Spettatori: 4639
Parziali: 15-15, 24-27, 22-12, 15-16
Progressivi: 15-15, 39-42, 61-54, 76-70

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 16, Mclean 1, Bilan 12, Bucarelli, Devecchi, Evans 20, Magro ne, Pierre 3, Gentile 5, Vitali 9, Jerrells 10. All. Edoardo Casalone
Assist:16 (Pierre e Spissu 4)
Rimbalzi: 29 (Vitali 8)

Germani Basket Brescia: Zerini 6, Warner 10, Abass 11, Cain 8, Vitali 6, Laquintana 6, Lansdowne 2, Dalcò ne, Guariglia, Moss 13, Sacchetti 8. All. Vincenzo Esposito
Assist: 20 (Sacchetti 5)
Rimbalzi: 35 (Moss e Cain 7)

Tags

Articoli collegati

Vedi anche

Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: