EvidenzaSport

La Dinamo batte Reggio Emilia e va alle Final Eight di Coppa Italia

Dopo un overtime i biancoblù si impongono 85-78. Il Poz: «Ho grande fiducia nei miei ragazzi e sono davvero contento»

Bologna. Finale vietato ai deboli di cuore alla Unipol Arena dove la Dinamo Banco di Sardegna sigla la quinta vittoria in sei partite imponendosi dopo un overtime su una agguerrita Reggio Emilia. Gli uomini di coach Gianmarco Pozzecco subiscono l’offensiva emiliana nel primo tempo, faticando a dettare il ritmo. Dopo aver chiuso avanti di misura il terzo quarto, condotti da un super Miro Bilan autore di una tripla doppia da 22 punti, 14 rimbalzi e 11 falli subiti, e Jason Burnell (15 pt, 9 rb), riescono a costruire il vantaggio nell’ultimo quarto grazie a un buon lavoro corale. Ma una UnaHotels mai doma trova la tripla dell’ex Bostic allo scadere che porta la sfida all’overtime: Devecchi e compagni sono bravi a controllare i cinque minuti supplementari con Eimantas Bendzius (15 pt), Marco Spissu (12 pt) e Stefano Gentile (9) siglando la vittoria per 85-78. Decisivo apporto dalla panchina per i sassaresi, con menzione per Filip Kruslin e Toni Katic. Il successo sulla squadra di Antimo Martino vale il pass per la Final Eight in programma al Mediolanum Forum di Assago.

I giganti domani partiranno verso Tenerife dove mercoledì disputeranno il Game 5 di Basketball Champions League.

«Reggio Emilia ha giocato una partita davvero intensa, con grande costanza – commenta Gianmarco Pozzecco –. Noi avevamo impostato il piano partita con l’obiettivo di giocare dentro e caricarli di falli, loro sono stati bravissimi a non mollare mai nonostante tutto. Devo poi fare i complimenti ai miei ragazzi e al mio staff perché abbiamo conquistato una partita difficile da vincere, l’altro giorno discutevo con Luca Gandini e gli dicevo che in questo momento non ci si può permettere di lasciare i punti di nessuna sfida e bisogna fare il tutto per tutto per conquistarli. Nel supplementare siamo stati egregi, sono particolarmente grato a Miro che ha giocato una gara straordinaria con una tripla doppia per punti, rimbalzi e falli subiti, nonostante prima della sfida avesse avuto un piccolo risentimento muscolare nella zona lombare. Penso che sia uno dei migliori giocatori di questo campionato se non l’Mvp. Questa sera siamo stati bravi a giocare di squadra, sia contro la difesa a zona sia contro quella a uomo e, sebbene non sia stata la nostra miglior partita per percentuali di tiro, l’abbiamo portata a casa giocando una gara solida. Sono particolarmente felice per Toni Katic che sta trovando continuità e ha dato un grande contributo, fa cose diverse da Marco e Stefano ed è stato decisivo nel momento di difficoltà. Ho grande fiducia nei miei ragazzi e sono davvero contento, sono davvero felice che abbiano giocato un supplementare così tosto: è la prova che ci stiamo consolidando, abbiamo un’identità precisa e questo si vede in campo».

I giganti non faranno rientro sull’isola ma domani partiranno verso Tenerife dove mercoledì è in agenda il Game 5 di BCL: «Questa è la prima doppia trasferta della stagione perché con il calendario della Champions non ci era ancora capitato di fare uno dei nostri tour con il doppio impegno fuori casa: sono contento che capiti dopo una vittoria, abbiamo modo di unirci ancora di più e passare questi giorni insieme. A Tenerife ci aspetta un’altra sfida tosta, sono convinto che possiamo fare bene per centrare anche l’obiettivo che ci siamo prefissati in coppa».

«Nei giorni scorsi ho letto i giornali che riportavano le dichiarazioni del presidente Stefano Sardara e ci tengo a sottolineare una cosa. Io con il mio lavoro ho avuto modo di girare il mondo – ho giocato a Mosca, ho fatto da assistente al Cedevita – e posso dire con cognizione di causa che ciò che lega Stefano alla Dinamo sia qualcosa di indispensabile alla società. È un valore assoluto nel mondo dello sport e se è vero che io o il mio staff possiamo non essere indispensabili e i giocatori vanno e vengono, allo stesso modo credo che Stefano sia la Dinamo e noi sardi dobbiamo fare in modo che continui a guidare questo club».

 

Pallacanestro Reggiana – Dinamo Banco di Sardegna 78-85
Parziali: 23-21; 14-13; 17-22; 19-17; OT
Progressivi: 23-21; 37-34;54-56; 73-73; OT 78-85.

Unahotels Reggio Emilia. Bostic 13, Candi 3, Baldi Rossi 19, Porfilio, Taylor 18, Giannini, Elegar 4, Besozzi, Johnson 2, Bonacini, Diouf 5, Kyzlink 14. All. Antimo Martino
Assist: Taylor 10 – Rimbalzi: Elegar 10

Dinamo Banco di Sardegna: Spissu 12, Bilan 22, Treier 2, Kruslin 6, Devecchi, Katic 2, Re, Burnell 15, Bendzius 15, Gandini, Gentile 9, Tillman 2. All. Pozzecco
Assist: Spissu 5 – Rimbalzi: Bilan 14

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: