EvidenzaSport

La Dinamo affonda il Sig Strasburgo

Basketball Champions League: con la squadra francese i biancoverdi dominano dai primi minuti. Finisce 90-67

Sassari. Una partita senza storia sin dai primi minuti. Il Game 5 di Basketball Champions League al Palaserradimigni è stato senza storia. I biancoverdi dominano la sfida con Sig Strasburgo fin dalla prima frazione, piazzando un break di 12 lunghezze che indirizza la partita nel segno dei padroni di casa. Dopo i primi secondi di sbandamento e una sequenza di errori è bastato che coach Pozzecco chiamasse il time out per rimettere i biancoblù in carreggiata. Nove uomini a referto e cinque in doppia cifra dice il tabellino. La Dinamo ritorna così a sorridere e prosegue la sua striscia positiva con il terzo successo consecutivo in coppa che la proietta al secondo posto per punti nel gruppo A, dietro ad Ankara. Da giovedì Devecchi e compagni lavoreranno in vista dell’anticipo della nona giornata di campionato: sabato alle 20,30 sarà alzata la palla a due della sfida con Reggio Emilia.

Starting five biancoverde con Spissu, Bilan, Evans, Pierre e Vitali, Strasburgo risponde con Trice, Serron, Scrubb, York e Grant. I francesi aprono le danze con Serron, il Banco risponde con Evans. York monetizza il primo fallo di Spissu ma i giganti piazzano un break di 12-0 che indirizza l’inerzia in favore dei sassaresi. Vitali infila 5 punti di fila, seguito da Evans e Pierre che scrivono il +10. Traorè sblocca gli ospiti, Dallo accorcia con un mini break ma la tripla allo scadere del solito Jerrells chiude la prima frazione 25-10. I giganti scappano via con McLean, Gentile e Sorokas per il massimo vantaggio di +27 (39-12). Reazione della formazione transalpina che bombarda dalla lunga distanza e piazza un break da 11-0. Timeout Dinamo. Bilan monetizza il fallo antisportivo di Grant dalla lunetta, Pierre e Spissu scrivono il nuovo +22. Alla seconda sirena il tabellone dice 47-28. Il secondo tempo si apre con il 2+1 di Pierre, parziale di 8-2 firmato da Strasburgo che accorcia le distanze con l’ex Avellino Scrubb. Vitali, Evans e Pierre conducono i biancoverdi sul +20. Al 30’ il tabellone dice 71-46. Nell’ultima frazione il copione non cambia: i ragazzi di coach Gianmarco Pozzecco scappano via e il Sig insegue. Bucarelli sigla il +30 e sugli spalti è festa a 4’ dalla fine con i piccoli tifosi degli istituti cittadini ad animare il settore D. La tripla del capitano fa esplodere il Palazzetto, il Banco si impone 90-67.

«Ho grande rispetto di Strasburgo e del suo coach, è una squadra forte che in questo momento paga le assenze – è il commento di Gianmarco Pozzecco –. I meriti dei miei ragazzi per questa vittoria sono però tanti, le altre squadre fanno fatica a giocare contro di noi. Sono estremamente grato nei loro confronti, lo dico e lo ripeto al di là dei risultati sul campo, siamo tutti sulla stessa pagina e oggi ho avuto una grande risposta da parte di tutti. In partita è successa una cosa importante, Mclean ad un certo punto mi ha suggerito qualcosa che non era a suo vantaggio e lo trovo straordinario. Sono fortunato, mi riempiono costantemente di soddisfazioni».

 

Dinamo Banco di Sardegna 90 – Sig Strasburgo 67
Parziali: 25-10; 22-18; 24-18;19-21
Progressivi: 25-10; 47-28; 71-46; 90-67

Dinamo Banco di Sardegna. Spissu 2, McLean 4, Bilan 11, Bucarelli 2, Devecchi 3, Sorokas 9, Evans 12, Magro, Pierre 13, Gentile 7, Vitali 13, Jerrells 14. All. Gianmarco Pozzecco.

Sig Strasburgo. Trice 9, Seron2, Inglis 6, Scrubb 13,Dallo 6, Tchicamboud, Myem, Traorè 6, York 21, Grant 4, Beyhurts. All. Vincent Collet.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: