EvidenzaSassari

La didattica del buon umore del Circolo Monte Rosello Basso

L’istituto sassarese chiude con successo l’anno scolastico nel segno dell’arte. Primi premi al concorso “Kellarious” per gli allievi e il coro dell’istituto

Sassari. Si è appena concluso a Selargius il IV concorso musicale “Kellarious”. La manifestazione molto articolata prevedeva l’esibizione di alunni e cori di moltissime scuole della regione. Tra tanti musicisti in erba si sono distinti in entrambe le categorie a cui hanno partecipato gli allievi dell’istituto sassarese Monte Rosello Basso.

Primo premio per l’alunna Sofia Bini con un punteggio di 99/100 nella categoria “fiati solisti”. La giovane musicista seguita dal docente Marcello Melis ha spiccato per la qualità della sua esibizione tra 50 altri studenti della sua età riportando uno tra i punteggi più alti anche in generale tra i 170 partecipanti alla categoria “fiati solisti” dagli 11 ai 15 anni.

Il coro dell’istituto comprensivo diretto dalla docente Barbara Agnello si è aggiudicato poi il secondo premio con il punteggio di 92/100.

In passato sono stati tanti i successi ottenuti dalla scuola con coro e la sezione ad indirizzo musicale, segno tangibile che uno dei punti di forza di questo istituto cittadino siano l’arte in generale e soprattutto la musica con un’attenzione particolare all’uso di questa come strumento didattico ed educativo. Attenzione all’arte è anche manifestata dal consueto spettacolo teatrale annuale curato dalla professoressa Annamaria Atzori dal titolo “Cultura e Società nel ‘900. Noi le vediamo così…” una riproposizione della storia del secolo attraverso gli avvenimenti politici, lo sport, la musica, le scoperte e le innovazioni più importanti.

La storia del ‘900 è stata analizzata e selezionata (in particolare dalla classe terza a tempo prolungato, poiché costituisce programma dell’anno ma con anche la collaborazione degli alunni di seconda) con uno studio applicato alla recitazione. Gli alunni hanno interiorizzato dei contenuti impegnativi e seri in modo giocoso e leggero, trasmettendolo con grande entusiasmo al pubblico. Convinzione della docente che ha guidato gli alunni è che il teatro e la recitazione rappresentino ottimi strumenti per il recupero e il potenziamento dell’autostima, per migliorare i rapporti con i coetanei e con gli adulti e per imparare giocando, unendo impegno, didattica e… tanto buonumore, oltre le competenze. l’IC Monte Rosello Basso si avvia così ad una conclusione d’anno nel segno dell’arte.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: