EvidenzaSport

Italia Polo Challenge Baylandy Cup-Porto Cervo 2021

Finale spettacolare. Il team di Petra Bianca supera Battistoni per 7-5

Arzachena. La rivincita nella gara che contava di più: sconfitto da Battistoni Polo Team nella partita di esordio, Petra Bianca Polo Team l’ha spuntata con merito per 7 a 5 nella avvincente finale che ha assegnato il trofeo di Italia Polo Challenge Baylandi Cup-Porto Cervo 2021. Il torneo di polo che si è concluso sabato notte al Campo Sportivo Andrea Corda di Abbiadori (Arzachena) ha raccolto un buon pubblico che si è divertito in tutte le serate.

A commentare le gare un ospite d’eccezione, il rugbista argentino, ex della nazionale italiana, Martìn Castrogiovanni, ormai star della televisione.

Arrivata in finale, la squadra Petra Bianca è sempre stata in grado di controllare la partita decisiva con i fratelli Fanelli letteralmente scatenati: alla fine quattro gol per Jeronimo (handicap 5), che ha subito inciso nel match con una doppietta pesante nei primi minuti di gioco, e tre per Bautista (hp 3), con il capitano, il britannico Riccardo Paganelli (hp 0) sempre bravo a supportare i due professionisti argentini.

Il loro connazionale Joaquin Maiquez (hp 6) è stato all’altezza dei Fanelli, andando in gol con facilità negli ultimi due chukker, ma questo non è bastato a Battistoni per realizzare l’ennesima rimonta vincente dopo quelle riuscite nelle prime due partite, grazie anche al contributo del tedesco Alexander Hauptmann (hp 2) e di Stefano Giansanti (hp 0).

«Il segreto di questo successo? Ci conosciamo benissimo – dice Riccardo Paganelli (Petra Bianca Polo Team) –, è tutto l’anno che giochiamo insieme e quindi, anche con la formula dell’Arena Polo, l’intesa di sempre è venuta fuori e ha fatto la differenza». «Poco da dire – risponde Stefano Giansanti (Battistoni Polo Team) –, i nostri avversari sono stati superiori. Noi abbiamo giocato bene, ma ogni volta che tornavamo sotto nel punteggio loro puntualmente replicavano. Non ci hanno mai dato davvero una chance per agganciarli».

Nella finalina per il 3° posto, match combattutissimo che ha visto spuntarla il Sea Earth Sky Polo Team per 6-5 su U.S. Polo Assn. Polo Team dopo una furiosa rimonta dal 3-5. Di Therance Cusmano il gol che ha fissato il punteggio sul 6 a 5 finale.

Sea Earth Sky Polo Team
Francesco Scardaccione (ITA hp 0), Therance Cusmano (ITA hp 1), Francisco Bensadon (ARG hp 7).

U.S. Polo Assn. Polo Team
Diego White (ARG hp 6), Patricio Rattagan (ARG hp 4), Alexander Aggravi (ITA hp 0).

«Abbiamo conquistato il terzo posto finale e ne sono molto contento. Era la mia prima esperienza da giocatore in Italia, la Sardegna mi ha letteralmente incantato e il torneo s’è disputato in un location speciale. Spero proprio di tornare il prossimo anno», dice Francisco Bensadon (Sea Earth Sky Polo Team). «Una partita tirata, appassionante –afferma Patricio Rattagan (U.S. Polo Assn. Polo Team) –. Mi sono divertito, in questa occasione come in tutto il torneo, che non avrei dovuto disputare. Certo, non è stato facile dividersi tra il ruolo di event manager e di giocatore, ma anche questa è fatta…».

PROGRAMMA DI FORMAZIONE POLO PONY: UN PROGETTO PER CRESCERE

Alessandro Giachetti, 59 anni, responsabile del settore polo della Federazione Italiana Sport Equestri dal 2003, è stato il punto cardine del Comitato Organizzatore di Italia Polo Challenge Baylandi Cup-Porto Cervo 2021 insieme alla referente per il Polo della Fise Sardegna Piera Monti.

«Era importante tornare in Sardegna con un torneo di questa importanza dopo undici anni di assenza – spiega Giachetti –. Siamo tutti particolarmente soddisfatti per la riuscita dell’evento. La formula dell’Arena Polo è vincente per un maggior coinvolgimento del pubblico, così come avvenuto qui da Arzachena, e per la spettacolarità del gioco, grazie agli spazi più stretti e alla maggiore rapidità delle azioni».

Giachetti ha voluto inserire nel programma di Italia Polo Challenge Baylandi Cup-Porto Cervo 2021 delle partite-esibizioni di un gruppo di giovanissime giocatrici sarde avviate al polo con i quattro stage che si sono tenuti all’Hippopark Palahorse di Golfo Aranci con il programma di formazione Polo Pony della Federazione Italiana Sport Equestri. Si tratta di un’iniziativa che ha interessato molte regioni ottenendo un ottimo successo in termini di adesioni e di riscontro tecnico, specialmente in Sardegna. «Sono stati venticinque i ragazzi che hanno partecipato agli stage che ho tenuto con il tecnico federale Franco Piazza: un’iniziativa fondamentale per diffondere questo sport e allargare la base dei praticanti, soprattutto a livello giovanile. Quelli in Sardegna non sono stati comunque gli unici stage che abbiamo organizzato: gli altri li abbiamo tenuti in Campania, Lazio, Lombardia, Marche, Toscana e Umbria, per la partecipazione complessiva di duecento ragazzi».

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: