CulturaEvidenza

Inaugurata la statua di Enrico Costa

Un bagno di folla in piazza Fiume. Il “Cantore di Sassari” è riprodotto a grandezza naturale

EnricoCostaStatuaSassari. Il monumento a Enrico Costa è finalmente in piazza Fiume. La statua in bronzo a grandezza naturale è stata inaugurata ufficialmente lunedì 17 dicembre di fronte a un pubblico numeroso formato da curiosi e scolaresche. A scoprire la scultura di “Enrichetto”, ricoperta da due drappi rossoblù, sono stati alcuni bambini accompagnati dal sindaco Nicola Sanna e dal presidente del comitato promotore, Toto Porcu.

In breve, intorno alla scultura si è creato un bagno di folla, chi per una foto di gruppo, chi per un selfie in compagnia del “cantore di Sassari” che passeggia per il centro storico. L’icona è stata molto apprezzata sia per il dinamismo e la semplicità del portamento, sia per la sua somiglianza con i ritratti più noti dello scrittore. I figuranti in costume ottocentesco hanno dato un tocco di colore in più, regalando un’atmosfera d’altri tempi.

«Ce l’abbiamo fatta!», ha detto Toto Porcu nel corso della cerimonia a nome del comitato, di cui ha rimarcato il grande impegno nel corso di questi tre anni. Porcu ha ricordato il ruolo del compianto Manlio Brigaglia, che è stato presidente onorario e attivo collaboratore dell’associazione.

StatuaEnricoCosta3Nelle parole del sindaco Nicola Sanna, quello appena realizzato è un monumento alla memoria della storia della città: «La storia di una città che è cresciuta – ha detto – e che vuole continuare a crescere, e quindi omaggia gli stessi uomini che l’hanno fatta crescere».

La scultura è stata eseguita dalla fonderia artistica Mariani di Pietrasanta su bozzetto in creta dello scultore Milan Garcia, mentre la progettazione della posa in opera è a cura dell’architetta Elena Cenami. Principali finanziatori sono stati la Regione, la Fondazione di Sardegna, il Banco di Sardegna, la Banca di Sassari e la società Numera e molteplici sottoscrittori privati.

Dal palco è intervenuto anche il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau: «Con questa iniziativa Sassari assolve un debito nei confronti di uno dei suoi uomini più illustri – ha affermato l’ex sindaco –. Da oggi rendiamo il giusto onore a un grande concittadino che rappresenta una figura simbolo di spirito civico, di cui la Sassari dei nostri giorni avrebbe certamente bisogno».

StatuaEnricoCosta2Lo storico Antonello Mattone, nel prologo conclusivo, ha ricordato e accostato le figure di Brigaglia e Costa, tratteggiandone gli aspetti in comune e delineandone le rispettive biografie. «Questo tipo di iniziative – ha affermato l’accademico – che rendono omaggio alla memoria di personalità di grande levatura, hanno l’obiettivo di fungere da sprone per la ricrescita culturale della città». La colonna sonora dell’evento è stata scandita dalle musiche della banda “Luigi Canepa”, che ha chiuso la manifestazione con la marcia “Inno a Sassari” di Edmondo Crovetti.

Sono ora previsti una serie di eventi promossi dal Circolo Aristeo: a partire dal 28 dicembre ritornano le Passeggiate di Enrico Costa con l’interpretazione di Daniele Monachella e i figuranti dell’Associazione Itinerari nel tempo. Il viaggio emozionale sarà affiancato, in Biblioteca Universitaria, da “Una piazza per Enrico”, esposizione tematica su Enrico Costa, in collaborazione tra il Circolo Aristeo, la Biblioteca Universitaria, l’Archivio Storico Comunale e lo stesso Comitato.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: