EvidenzaSport

Il “Vanni Sanna” affidato alla Torres per 15 anni

Firmata la convenzione con l’Amministrazione comunale. Prevista la riqualificazione dello stadio con una spesa complessiva di oltre 660 mila euro a carico della società

Sassari. È arrivata giovedì, negli uffici dell’Assessorato comunale allo Sport, la firma alla convenzione con la Torres per la gestione e l’avvio dei lavori dello stadio “Vanni Sanna”. Il presidente Salvatore Sechi, accompagnato dall’avvocato Giovanni Moro, insieme con l’assessora Rosanna Arru e il dirigente Roberto Campus, hanno siglato l’accordo che permetterà alla società rossoblù di dare avvio al progetto di riqualificazione dello stadio, nell’ambito di una gestione diretta della struttura sportiva.

Un momento importante per la Torres, che potrà finalmente riappropriarsi della propria casa sportiva e per la città di Sassari che potrà avere una struttura riqualificata e sicura per le manifestazioni sportive e non solo.

«Come Amministrazione comunale siamo davvero soddisfatti e orgogliosi di aver chiuso questa convenzione. Da oggi la Torres si prenderà cura, con lavori di messa in sicurezza e successivamente di miglioramento, e gestirà una struttura che da sempre i sassaresi collegano al suo nome», commenta l’assessora Rosanna Arru

«Oggi inizia un percorso nuovo – sono le parole del presidente Sechi – e insieme con l’assessora Arru, e tutta la Giunta comunale e il sindaco Campus, a cui va il mio ringraziamento, mettiamo le basi per una strada che potrà essere percorsa anche in futuro grazie ad altri amministratori e altri imprenditori. Oggi possiamo iniziare a pensare allo stadio come ad un posto a disposizione di tutta la città».

La convenzione avrà la durata di 15 anni (+ 5) e la Torres si farà carico di tutti gli oneri di conduzione. Il progetto di riqualificazione dello stadio consta di una spesa complessiva di oltre 660 mila euro a carico della società, di cui 184 mila con garanzia fideiussoria del Comune di Sassari tramite Credito Sportivo.

I lavori si svolgeranno su due fasi di intervento. La prima, prevista in 18 mesi, riguarda i lavori urgenti di messa in sicurezza dello stadio; la seconda, in 16 mesi, la realizzazione di infrastrutture inserite in un contesto di fruibilità completa che prevede l’apertura di tutti i settori dello stadio.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: