EvidenzaPolitica

Il PSd’Az sassarese boccia il sindaco Campus

«Sta disattendendo tutte le aspettative». Le sezioni cittadine fanno il punto con un documento politico congiunto. Nasce il coordinamento affidato a Gian Carlo Acciaro

Sassari. Le sezioni del PSd’Az di Sassari, Futuro e Indipendenza, Procurade e Moderarare, B. Sotgiu, M. Bussalai, M.Teresa Sechi, si sono riunite per analizzare la situazione interna al Partito e per determinare una linea d’azione comune al servizio della città di Sassari e dell’Area Metropolitana. Un dibattito interno che ha prodotto un documento politico congiunto, firmato dai segretari delle sezioni e dal coordinatore Gian Carlo Acciaro.

Le Sezioni del PSd’Az di Sassari esprimono la più ampia solidarietà a quelle Comunità della Sardegna che nei giorni scorsi hanno subito la sciagura immane della devastazione di migliaia di ettari di territorio e l’uccisione di centinaia di capi di bestiame, a causa della mano incendiaria di individui scellerati e senza scrupoli, che meritano pene esemplari e senza sconti. L’auspicio è che i “ristori” previsti dal Consiglio Regionale servano almeno ad alleviare le gravissime perdite subite ed a creare le condizioni per una immediata ripartenza dell’economia agricola ed ambientale.

Siamo comunque certi che anche questa volta i Sardi sapranno reagire ridare vita e vigore a qui boschi ed a quelle terre che oggi si presentano con cumuli di cenere e disperazione e che la forza millenaria del nostro Popolo sarà la linfa vitale che consentirà di rivitalizzare i luoghi distrutti da questo ultimo rogo infernale.

La Sardegna in questo momento non aveva bisogno di questo ennesimo dramma, anche perché, alla pari del resto d’Italia e dell’intero Pianeta, stava già combattendo con gli effetti nefasti di una Pandemia che ha provocato centinaia di decessi, messo in crisi la nostra sanità ed acuito una crisi economica che si trascinava ormai da decenni.

È evidente che la crisi pandemica in atto ha condizionato, e sta continuando a condizionare, scelte e indirizzi politici che hanno come priorità la salvaguardia della salute ed il contenimento delle perdite economiche di diversi sistemi produttivi.

Tutto questo sta producendo un lavoro incessante, faticoso e denso di responsabilità della Giunta regionale, caratterizzato dalla presenza costante, qualificata ed estremamente competente del Presidente Christian Solinas, che, attraverso le sue doti e le sue straordinarie capacità politiche ed amministrative, sta governando, come meglio non potrebbe essere in questa fase, la complessa macchina amministrativa della Regione. Macchina Regionale che patisce, ancora oggi, quei deficit strutturali ed organizzativi che ne determinano lungaggini burocratiche che non fanno altro che frenare l’azione amministrativa dell’intero Governo della Regione.

L’impegno incessante del Segretario Nazionale Christian Solinas alla guida della Regione Sarda, che ha praticamente coinciso con il periodo pandemico, ha inevitabilmente condizionato la vita interna al Partito, ingessando di fatto i pochi organismi dirigenti scaturiti dall’ultimo Congresso.

Nella realtà del Sassarese patiamo da anni l’assenza di una Federazione organizzata, il suo Commissariamento è scaduto dal 2018 mentre Il Comitato Cittadino di Sassari è inesistente! Da quella data le Sezioni vivono e proliferano nell’anarchia più totale, con interventi molto spesso personalistici, finalizzati solamente a salvaguardare e rafforzare qualche rendita di posizione.

In questa “stagnazione” delle attività politiche, le su menzionate Sezioni di Sassari plaudono alla pregevole manifestazione promossa dall’Università di Sassari, nell’intitolazione di una sala dell’Ateneo a Camillo Bellieni, uno dei padri fondatori del Partito Sardo d’Azione. Partito che quest’anno ha compiuto un secolo di vita. In quella occasione, per ricordare questo glorioso centenario, le stesse Sezioni di Sassari hanno voluto donare tre borse di studio a tre giovani studenti Sassaresi del Liceo Azuni, che si sono distinti producendo tesine sul tema “la figura e l’opera di Camillo Bellieni.

Tenuto conto che il PSd’Az è riuscito a rientrare nei banchi del Consiglio Comunale di Sassari grazie all’adesione al Partito del Consigliere Comunale Mariolino Andria e che la sua azione politica ed amministrava si sta rivelando puntuale e di alto spessore qualitativo, è oggi necessario, e quanto mai urgente, creare le giuste sinergie politiche tra il nostro rappresentante nell’assemblea civica e quei gruppi dirigenti delle Sezioni del PSd’Az Sassarese che hanno voglia di fare politica e di dare il loro contributo di idee per la crescita economica e sociale della nostra città.

Con la riforma degli Enti Locali votata dal Consiglio Regionale della Sardegna, Sassari sta per concretizzare quel ruolo guida nell’esteso territorio della Città Metropolitana. La politica campanilistica è superata, oggi è indispensabile lavorare per elaborare un nuovo modello sviluppo di respiro territoriale che non può che prescindere da uno sviluppo armonico tra ciò che resta del comparto industriale e le nuove scelte di politica economica, energetica, agricola e turistica.

A tal fine i Sardisti di Sassari non possono restare spettatori inermi nell’assistere ad un dibattito sterile sul futuro di Sassari e del suo territorio, abbozzato da un Sindaco che sta disattendendo tutte le aspettative. Oggi occorrono “idee forza” che, mosse da una spinta propulsiva che coinvolga l’intera classe dirigente della Sardegna Nord-Occidentale, si possano inserire in una programmazione più ampia, di livello Regionale e Nazionale che possa dare risposte alle esigenze della nostra area geografica.

Ecco perché le Segreterie delle Sezioni su descritte, nelle more dell’emissione di provvedimenti di ordine statutario e procedimentale, hanno deciso di superare i ritardi organizzativi accumulati, nel dotarsi di un coordinamento provvisorio permanente composto da un elemento per ogni Sezione. Coordinamento che si propone di:

ü  fare sintesi sulle varie proposte, sia politiche che programmatiche, che ogni singola Sezione produce,

ü  essere di supporto all’azione politica svolta dal Consigliere Comunale Sardista nel Consiglio Comunale di Sassari,

ü  programmare l’estensione ad altri ambiti territoriali la “progettualità strategica di sistema” dell’intera Area Metropolitana di Sassari.

Vista la dimensione politica dell’azione assunta, i Segretari presenti hanno deciso di affidare il coordinamento della struttura appena costituita, ad una figura di comprovata esperienza e rappresentatività politica, che sappia tenere unito il PSd’Az di Sassari e che lo riproietti al centro del dibattito politico in città. Persona che è stata identificata nel Sardista Gian Carlo Acciaro.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: