CulturaEvidenza

Il mondo della cultura piange Manlio Brigaglia

Giovedì mattina è scomparso per un malore improvviso a 89 anni lo storico, giornalista, docente e intellettuale sassarese

ManlioBrigagliaSassari. Lutto nel mondo della cultura e del giornalismo. Giovedì mattina, a 89 anni, è morto (per un infarto) il professor Manlio Brigaglia, per tanti anni docente prima al Liceo Azuni e poi all’Università. Storico, scrittore e grande divulgatore della cultura isolana, ha scritto per l’Unione Sarda e per la Nuova Sardegna. Per il quotidiano sassarese curava da tempo, oltre ad alcune collane di libri, una rubrica di curiosità storiche della città “Memorie Sassaresi” e negli ultimi anni anche la pagina delle lettere.

Nato a Tempio nel 1929, nel 1935 si era trasferito con la famiglia a Sassari. Diplomato al Liceo classico “Azuni”, si era laureato in Lettere classiche a Cagliari ad appena 19 anni. Nella sua scuola era ritornato nel 1955, dove fino al 1977 aveva insegnato Italiano, Latino e Storia. Fu tra i fondatori del Magistero di Sassari, dove nel 1971 divenne professore incaricato di Storia per poi passare all’insegnamento di Storia dei partiti politici e di Storia contemporanea fino al 2001. È stato anche direttore del Dipartimento di Storia. Nel 2003 ricevette dal presidente della Repubblica Ciampi la medaglia d’oro dei benemeriti della cultura e dell’arte, settore Università). Dal 1954 ha scritto sui due quotidiani sardi, ma anche per altre testate della Penisola.

Tra le sue opere, i libri sulla storia dei partiti politici in Europa e sulla Sardegna contemporanea, in particolare su Emilio Lussu (di cui aveva curato per il Senato la pubblicazione dei Discorsi parlamentari). Ha inoltre coordinato una enciclopedia in tre volumi sulla Sardegna.

 

Il servizio in onda su Canale 12 giovedì 10 maggio 2018

Tags
Mostra completo

Articoli collegati

Vedi anche

Close
Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: