EventiEvidenza

Il 17° Premio Maria Carta si sposta a Cremona

Tappa nella Penisola nel 25esimo della morte della grande cantante sarda. Tra i premiati Patrizia Laquidara, Efisio Contini, Dodo Hug, “Sa domu sarda” e Abinsula

Patrizia Laquidara

Siligo. Cremona si appresta ad ospitare la 17ª edizione del Premio Maria Carta che quest’anno coincide con il 25° anniversario della morte della grande cantante.

La manifestazione, curata dalla Fondazione intitolata all’artista originaria di Siligo, è infatti in programma domenica 22 settembre nella suggestiva cornice del palazzo Cittanova a partire dalle ore 16 e si avvarrà della collaborazione del locale circolo degli emigrati sardi “Sa domu sarda”.

Il Premio sarà attribuito alla cantante catanese di nascita, ma ormai veneta d’adozione, Patrizia Laquidara, una delle figure più raffinate e nel contempo poliedriche del panorama della canzone italiana. L’artista riceverà il Premio a poco meno di un anno dall’uscita del suo quinto lavoro discografico, “C’è qui qualcosa che ti riguarda”, “consapevolmente” indipendente come ama definirlo lei.

Efisio Contini e Dodo Hug

Un altro Premio sarà assegnato al cantante e compositore cagliaritano da molti anni residente in Svizzera Efisio Contini e alla sua compagna, artistica e nella vita, Dodo Hug, una delle voci più importanti della misconosciuta scena elvetica.

Altri due riconoscimenti verranno assegnati nel corso della manifestazione al circolo degli emigrati sardi “Sa domu sarda”, presieduto dal silighese Antonio Milia, per l’intensa attività svolta a sostegno della promozione della cultura sarda, e alla società sassarese Abinsula, leader nel settore dell’information technology.

La manifestazione di Cremona sarà arricchita dalla presenza e dalle esibizioni del duo Fantafolk con Andrea Pisu (launeddas) e Vanni Masala (organetto), del clavicembalista cagliaritano Luigi Accardo, del gruppo a tenores Sos Emigrantes, della cantante Giusy Pischedda e dei giovanissimi

componenti il coro Maria Carta dell’istituto comprensivo statale della scuola media Pasquale Tola di Sassari diretti da Antonio Garofalo e Palmira Santoru.

L’evento di Cremona sarà preceduto venerdì 20 settembre a Verona da un’altra iniziativa promossa dalla locale Associazione dei sardi Sebastiano Satta con il sostegno della Fondazione Maria Carta.

Alle 20 è previsto il concerto di Piero Marras al teatro S.S. Trinità, preceduto dalle esibizioni dei gruppi Tree Blues e Fantafolk.

Sarà quella, come il Premio Maria Carta a Cremona, anche l’occasione per evidenziare un’altra iniziativa della Fondazione Maria Carta, “Freemmos”, che da oltre due anni fa tappa nei piccoli centri, e non solo, dell’Isola per tenere viva l’attenzione sull’emergenza dello spopolamento.

Che non riguarda solo la Sardegna al punto che Freemmos si appresta a fare tappa, a fine ottobre, anche in Friuli in un’altra realtà condizionata dalla costante diminuzione della popolazione.

Tags
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: