EventiEvidenza

I giovani musicisti dello Juvenilia Ensemble raccontano Vivaldi

Sabato 5 ottobre nella chiesa di Santa Maria di Betlem prosegue il festival di musica antica “Note senza tempo”

Sassari. Terzo appuntamento del 1° Festival Internazionale di Musica Antica “note senza tempo”, inaugurato lo scorso 14 settembre e che animerà l’autunno sassarese con sette grandi eventi in altrettanti luoghi storici della città, fino al prossimo 14 dicembre.

Dopo il Nop Baroque Ensemble di Vicenza, si prosegue sabato 5 ottobre nella chiesa di Santa Maria di Betlem con lo Juvenilia Ensemble: tutta la freschezza di un ensemble orchestrale di giovani talenti che intraprendono i loro studi al Liceo Musicale “Azuni” di Sassari, coordinati e diretti dai professori Alessio Manca e Gioele Lumbau.

Nata nell’ambito delle attività del Liceo Classico, Musicale e Coreutico “D. A. Azuni” di Sassari, la giovane orchestra d’archi è riuscita a dare concreta possibilità di esibizione e di apprendimento a numerosi studenti, grazie all’incontro con diversi maestri, trai quali il maestro Alessio Manca (che ne assume la direzione) e il maestro Pietro Scalvini, con il quale hanno studiato i capisaldi della letteratura musicale per orchestra d’archi.

Lo Juvenilia Ensemble ha avuto occasione di esibirsi e collaborare con importanti enti regionali e locali, tra i quali L’Ente Concerti “M. de Carolis” con la partecipazione alla stagione lirica 2018-2019, l’Orchestra Verdi di Milano e il Liceo Musicale di Cremona.

L’ensemble svolge annualmente un’intensa attività concertistica, alternando i propri membri nel ruolo di solisti e dando così modo ai giovani studenti di esibirsi pubblicamente e conoscere e cimentarsi nei diversi ruoli che costituiscono la professione del musicista.

Il programma del concerto in programma sabato 5 ottobre nella Chiesa di Santa Maria di Betlem è ispirato a Venezia e non poteva che affidarsi alle melodie e armonie di Antonio Vivaldi. I quattro concerti in programma sono colonne portanti dell’immensa produzione vivaldiana e saranno, infatti, quelli solistici per flauto (Il cardellino), per due violini e archi, e per mandolino e archi (eseguito in questo caso con la chitarra).

 

Il Programma del Concerto

Antonio Vivaldi (1678-1741)
Concerto per flauto e archi “Il Cardellino” RV 428, Op. 10 N. 3 (Allegro – Cantabile – Allegro).

Antonio Vivaldi (1678-1741)
Concerto per due violini e archi in La Minore RV 522, Op. 3 N. 8 (Allegro – Larghetto- Spiritoso – Allegro).

Antonio Vivaldi (1678 – 1741)
Concerto per archi in Sol Maggiore RV 151, “Concerto alla rustica” (Presto – Adagio – Allegro)

Georg Philipp Telemann (1681-1767)
Concerto per 4 violini in sol magg TW40:201;
Concerto per 4 violini in sol magg TW40:202.

 

Il Festival

Sette grandi eventi, oltre ottanta musicisti provenienti da tutta Europa, una Masterclass unica in Sardegna e un obiettivo: promuovere la città di Sassari come capitale del Mediterraneo per la valorizzazione e la diffusione della musica antica.

Nasce così il primo Festival Internazionale “note senza tempo” dedicato proprio a questo genere musicale che rappresenta i pilastri su cui si fonda la musica contemporanea. Ad avere l’intuizione e la spinta propositiva per mettere in atto una vera e propria rete europea formata da grandi interpreti e appassionati giovani musicisti di grande valore, sono stati i Maestri Calogero Sportato e Daniele Cernuto, Presidente e Direttore Artistico dell’Associazione Culturale Musicale “Dolci Accenti”, che dal 2004 è attiva in campo internazionale per promuovere la divulgazione della musica classica. Il festival è gemellato al prestigioso Festivalul Baroc di Timisoara.

 

I Sostenitori

A credere nel valore di questo progetto di respiro internazionale, che crea ponti di sicuro prestigio tra Sassari e le principali capitali europee della musica, è stata la Fondazione di Sardegna, concedendo un importante contributo che ha permesso, quindi, di trasformare un’idea di spessore in una realtà per Sassari e la Sardegna intera. Hanno creduto inoltre nelle infinite possibilità di questo evento anche il Comune di Sassari, ed in particolare l’Assessora alla Cultura Rosanna Arru, oltre ad istituzioni di riferimento per la musica nell’isola, quali i Conservatori di Sassari e Cagliari, oltre al Liceo Musicale e Coreutico “Azuni” di Sassari ed il Banco di Sardegna. Oltre ad un nutrito gruppo di partner privati si sottolinea il sostegno dell’Auser-Università Popolare di Sassari.

Tags
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: