EvidenzaSassari

Gremio degli Ortolani, il 28 aprile la Festa Maggiore

Al mattino l’Intregu con il passaggio della bandiera dall’obriere uscente a quello nuovo. In serata la processione con la patrona, la Madonna di Valverde

La Madonna di Valverde

Sassari. Tra il 24 e il 29 aprile il Gremio degli Ortolani rinnoverà la propria Festa Maggiore, in onore della patrona, la Beata Vergine di Valverde. In passato il Gremio degli Ortolani festeggiava la propria Santa Patrona nel giorno della Natività di Maria ovvero l’8 di settembre. Tale festa fu mutata, in quanto nel 1754 il nuovo obriere, un certo Antonio Soro, che doveva esser investito dal vecchio obriere Salvatore Pilo, prima di prendere la bandiera passò a miglior vita. I senatori del gremio decisero così di spostare la Festa Maggiore dall’8 di settembre alla Festa Piccola la domenica in Albis (la domenica dopo Pasqua). Oggi si festeggia la Festa Piccola l’8 di settembre e la Festa Grande la domenica in Albis.

Il programma prevede giovedì 24 aprile alle 17 presso il convento di Santa Maria di Betlem la vestizione del simulacro della Madonna di Valverde con le famiglie dei gremianti. Ultimata tale fase, la Madonna verrà inserita nell’altare maggiore della chiesa. Nel frattempo alcuni gremianti si recheranno presso la chiesa dei Cappuccini di San Francesco per addobbare la piccola statua della Madonnina di Valverde. Un tempo la procedura della vestizione della Madonna di Valverde era curata dalle suore di Sant’Agnese e successivamente il gremio in corteo accompagnava l’effigie presso la chiesa di Santa Maria di Betlem.

Sabato 27 aprile il gremio si riunirà presso la casa dell’obriere maggiore Giovanni Ruiu e attraverserà in corteo le vie del centro storico accompagnati dal suono del tamburo e dalla Banda “Città di Sennori”, diretta dal maestro Giuseppe Ruiu. Alle 18,30 presso Santa Maria si terranno i Santi Vespri e si rientrerà presso la casa dell’obriere maggiore.

Il 28 aprile, Domenica in Albis, il gremio alle 11,30 presso la chiesa di Santa Maria di Betlem rinnoverà la solenne cerimonia eucaristica presieduta da don Michele Murgia, attorniato dai padri conventuali. La Messa sarà allietata dal coro Laudate e Benedicite diretto dalla maestra Jana Bitti. Al termine si procederà al suggestivo rito dell’Intregu, con il passaggio di consegne dal vecchio obriere Giovanni Ruiu al nuovo obriere Andrea Ruiu.

La sera alle 17 il gremio si riunirà presso la casa del nuovo obriere Andrea Ruiu in via Pertini e subito dopo, accompagnato dal tamburo, dalla banda e dagli uomini che portano il candeliere il 14 agosto e che nell’occasione trasporteranno il simulacro della Beata Vergine, vestiti con gli abiti dei Misteri privi di scapolare. Tutti insieme si recheranno presso la chiesa di Santa Maria di Betlem. Alle 18,45 si terrà la solenne processione, che vedrà la partecipazione dei Gremi cittadini, con il simulacro della Madonna di Valverde, che verrà accompagnata in corteo per le vie del centro storico, per approdare in pellegrinaggio presso il santuario dei Cappuccini di San Francesco (luogo di nascità del gremio nel 1300 e che nel 1512 si trasferì a Santa Maria di Betlem). Lì sarà accolto da padre Isidoro De Michele, il quale da anni riceve il corteo con tutti i parrocchiani, onorando di fatto le due Madonnine di Valverde (quella più antica dimora da secoli nella parrocchia francescana). Subito dopo si farà ritorno a Santa Maria, dove si concluderà la solenne processione e si impartirà la benedizione a tutti i partecipanti grazie all’intervento del padre guardiano Salvatore Sanna.

Lunedì 29 aprile alle 19 si terrà una messa, presieduta dai frati conventuali di Santa Maria e da padre Isidoro De Michele, in onore dei defunti del gremio ma anche per sancire ancora una volta il forte legame che unisce le due comunità. A conclusione si svestirà la Madonna di Valverde.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: