CronacaEvidenza

Forza Italia cerca un nuovo coordinatore regionale

I consiglieri del gruppo in Regione ritengono la nomina “indispensabile e improcrastinabile” e si rivolgono a Berlusconi

In una immagine di archivio, partendo da destra: Alessandra Zedda (capogruppo), Ugo Cappellacci (deputato e coordinatore uscente), Pietro Pittalis (deputato) e Marco Tedde (vicecapogruppo)

Cagliari. La notizia è di venerdì e per il momento non sono state registrate novità. Forza Italia, dopo le dimissioni di Ugo Cappellaci nelle scorse settimane dall’incarico, è in attesa della nomina del nuovo coordinatore regionale. Cappellacci, che ha lasciato a causa degli impegni parlamentari (lo scorso 4 marzo è stato eletto deputato), in realtà è ancora formalmente coordinatore, in attesa della nomina di quello nuovo. Tra i papabili c’è un altro deputato, Pietro Pittalis, il cui nome è stato fatto anche come candidati per la presidenza della Regione alla elezioni del prossimo febbraio. Una situazione di incertezza che preoccupa i consiglieri regionali, che in una nota esprimono tutte le loro perplessità e si rivolgono a Berlusconi, affinché sblocchi la situazione. In questa fase serve infatti la presenza di un rappresentante del partito azzurro nel pieno delle sue prerogative. «In vista dei prossimi e imminenti appuntamenti elettorali, i consiglieri regionali di Forza Italia, Alessandra Zedda, Oscar Cherchi, Stefano Coinu, Giuseppe Fasolino, Antonello Peru, Alberto Randazzo, Marco Tedde, Edoardo Tocco e Stefano Tunis – si legge in una nota stampa – manifestano un forte disappunto e una grande preoccupazione determinati dalla mancata nomina del nuovo coordinatore regionale del partito. Tale nomina è ritenuta indispensabile e improcrastinabile per rappresentare la posizione del partito, in Sardegna, in ordine alle possibili alleanze, ai contenuti programmatici e per dare una voce univoca in merito agli accordi in seno alla futura coalizione di centrodestra».

«La situazione di stallo sta provocando disorientamento e smarrimento degli elettori, degli eletti e dei simpatizzanti, con la seria possibilità di defezioni e abbandoni. Il coordinatore regionale dimissionario ha rappresentato, sino ad oggi, un corso importante per Forza Italia, ma il gruppo consiliare regionale ritiene, all’unanimità, che sia indispensabile, nell’immediato, una nuova guida che interpreti e rappresenti la realtà venutasi a creare dopo le elezioni nazionali dello scorso mese di marzo. I nove consiglieri regionali di Forza Italia, in rappresentanza di tutti i territori della Sardegna, intendono, senza indugiare ulteriormente, dare inizio a un nuovo corso del partito in Sardegna per dare risposte concrete e in linea con le esigenze e le aspettative dei propri elettori e di tutti i Sardi. Ritengono che ad avviare il dialogo con gli alleati della coalizione di centro-destra, in vista delle prossime elezioni regionali, debba essere proprio il nuovo coordinatore. Il gruppo consiliare – conclude la nota – ha rappresentato tale situazione al presidente di Forza Italia Silvio Berlusconi ed è in attesa di un incontro urgente al fine di accelerare i tempi della nomina del nuovo coordinatore regionale del partito».

Tags
Mostra completo

Articoli collegati

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: