CulturaEvidenza

Fortes che nuraghe

La strofa, tratta dall’inno Dimonios, è il titolo di un libro-reportage sulla Brigata Sassari in missione in Afghanistan, Iraq e Libia

LibroFortechenuraghe2

Sassari. Lo scorso 29 gennaio presso il Circolo Diavoli Rossi della caserma La Marmora è stato presentato il libro “Fortes che Nuraghe”. Il titolo è tratto da una strofa dell’inno Dimonios che esprime una delle qualità dei soldati della Brigata Sassari. Nel volume si racconta l’operato dei “sassarini” nel corso delle ultime missioni all’estero effettuate nel 2018. Pubblicato da Carlo Delfino Editore, con la prefazione estesa dal generale Claudio Graziano, già Capo di Stato Maggiore della Difesa, il libro contiene una sorta di reportage, con testi e molte fotografie, sul lavoro svolto dalla Brigata Sassari durante l’impiego dell’unità, in contemporanea, in tre differenti teatri operativi nei quali è presente da diverso tempo l’Esercito. La Sassari, infatti, nel 2018, ha visto schierato il Comando Brigata ed il 152° reggimento in Afghanistan nell’operazione “Resolute Support”, il 151° reggimento in Iraq nel quadro dell’operazione “Prima Parthica” ed il 3° reggimento bersaglieri in Libia nell’operazione “Ippocrate”.

LibroFortechenuragheLe pagine di “Fortes che nuraghe” raccontano anche un quarto impegno dei “sassarini”: l’Operazione “Strade Sicure”. Infatti, da marzo a giugno 2017, la Brigata Sassari ha guidato il raggruppamento Lazio-Umbria-Abruzzo. Si tratta della stessa operazione nazionale tutt’ora in corso, che vede ad oggi la Brigata a protezione dei siti sensibili presenti nel Lazio ed in Abruzzo, agli ordini del generale Andrea Di Stasio.

L’evento di presentazione, moderato dal professore Quirico Migheli, presidente del corso di Laurea in Sicurezza e Cooperazione Internazionale dell’Università di Sassari, ha visto gli interventi dei comandanti di reggimento del 152°, il colonnello Francesco Matarrese, e del 3° reggimento bersaglieri, il colonnello Gabriele Cosimo Garau, impiegati rispettivamente nell’ultima operazione in Afghanistan e Libia, mentre il maggiore Enrico Cottogno ha descritto l’intervento del 151° reggimento in Iraq.

Al termine hanno preso la parola il colonnello Giuseppe Levato, vicecomandante della Brigata Sassari, e l’editore Carlo Delfino per un breve saluto e per i ringraziamenti.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: