CulturaEvidenza

Florinas in Giallo, sabato Giancarlo De Cataldo e Cristina Cassar Scalia

I due scrittori chiudono il primo tempo della decima edizione del festival letterario. Dalle 21 in piazza del Popolo

Giancarlo De Cataldo

Florinas. Giancarlo De Cataldo e Cristina Cassar Scalia chiudono il primo tempo (“A balla sola”) di “Florinas in Giallo – L’isola dei misteri”, il festival letterario organizzato dal Comune di Florinas, che dopo la pausa estiva ritorna con quattro giornate non-stop dal 12 al 15 settembre per la sezione “A ballas e istoccadas”. L’appuntamento con Scalia e De Cataldo, moderati dal giudice-scrittore Mauro Pusceddu, è domani sabato 10 giugno alle 21 in piazza del Popolo a Florinas.

Tarantino da anni trapiantato a Roma, dove è stato giudice presso la Corte d’Assise, Giancarlo De Cataldo è autore di numerosi romanzi (il più famoso “Romanzo criminale” del 2002, premio Scerbanenco, da cui sono stati tratti un film diretto da Michele Placido e una serie TV), e di diverse sceneggiature per il cinema e testi teatrali. Collabora a quotidiani e a riviste come la Repubblica, Il Messaggero, L’Unità, il Corriere della Sera Magazine. A Florinas presenta il suo romanzo più recente, “Alba nera” (DeA Agostini), un noir ambientato a Roma con protagonista la commissaria Alba Doria, affetta da un micidiale disturbo della personalità, la triade oscura, un cocktail esplosivo di narcisismo, sociopatia e abilità manipolatoria. Con i suoi due colleghi, il Biondo e il dottor Sax, Alba Doria dovrà vedersela con un assassino tornato dal passato, e da tutti creduto morto, che semina il terrore in una città infestata da sadici torturatori, mercanti di carne umana, gattopardeschi potenti e nuovi padroni.

«In una situazione come quella che stiamo vivendo, caratterizzata dalla violenza e dall’odio, che è la merce più venduta in questo momento in Italia – dice Giancarlo De Cataldo – la domanda che si fa Alba Doria, quando scopre di avere la triade oscura, è: posso volgere al servizio del bene questa mia energia sostanzialmente negativa? Un’altra domanda che si pongono tutti i personaggi del libro – prosegue lo scrittore – è questa: si può rimediare agli errori del passato, o si rischia soltanto di aggiungere errore ad errore?»

Siciliana di Noto, medico chirurgo specialista in Oftalmologia, Cristina Cassar Scalia ha vinto il Premio Capalbio Opera prima nel 2014. Nel 2018, con “Sabbia nera”, ha fatto muovere i primi passi al vicequestore Vannina Guarrasi: un personaggio che ritorna in “La logica della lampara”, il romanzo che sabato l’autrice presenta a Florinas. Questa la sinossi: “Sono le 4:30 del mattino. Dalla loro barca il dottor Manfredi Monterreale e Sante Tammaro, giornalista di un quotidiano online, intravedono sulla costa un uomo che trascina a fatica una grossa valigia e la getta fra gli scogli. Poche ore dopo il vicequestore Vanina Guarrasi riceve una chiamata anonima: una voce femminile riferisce di aver assistito all’uccisione di una ragazza avvenuta quella notte in un villino sul mare. Due fatti che si scoprono legati e danno il via a un’indagine assai più delicata del previsto”.

“Florinas in Giallo – L’isola dei misteri” è organizzato dal Comune di Florinas con il sostegno della Regione Sardegna e della Fondazione di Sardegna, la direzione artistica dei librai Maria Luisa Perazzona e Elia Cossu (Libreria Cyrano, Alghero) ed Emiliano Longobardi (Libreria Azuni, Sassari), la segreteria organizzativa di Associazione Itinerandia.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: