EventiEvidenza

Festival noteclaSSiche, da sabato rassegna di concerti a San Giuseppe a Sassari

Protagonista l’organo il 4 con Giulio Gelsomino, l’11 con Ugo Spanu e il 25 settembre con Fabio Frigato. Il 18 settembre il Duo Ètra

Sassari. Prende il via a Sassari la prima edizione del festival musicale “noteclaSSiche”. Quattro appuntamenti, con cinque musicisti di alto livello che si esibiranno ogni sabato per tutto il mese di settembre nella chiesa di San Giuseppe «Note classiche si pone come obiettivo principale quello di creare una solida realtà concertistica nella città di Sassari, tenendo come punto di riferimento principale l’organo, strumento che sarà talvolta protagonista, talvolta comprimario delle serate musicali. L’organo infatti, troppo spesso relegato all’ambito esclusivamente liturgico, vanta origini antichissime (si parla dell’Antico Egitto) e un vastissimo repertorio concertistico, in buona parte, purtroppo, sconosciuto al grande pubblico. Per mettere in risalto la dimensione concertistica dell’organo la chiesa di San Giuseppe possiede lo strumento adatto e offre lo scenario perfetto», spiega il direttore artistico del festival Giulio Gelsomino, classe 1990, diplomato con lode in organo prima al Conservatorio di Sassari con Adriano Falcioni e poi specializzato col massimo dei voti al Conservatorio di Como con Luca Antoniotti.

«L’idea – prosegue Gelsomino – non è quella di fare dei semplici concerti in cui il pubblico arriva, si siede, ascolta e se ne va. Quello che ci piacerebbe realizzare è un momento di arricchimento culturale che consenta alla gente, appassionati di musica o meno, di avvicinarsi al repertorio organistico in modo facile e interessante. Per questo abbiamo previsto, prima di ogni brano, una sintetica spiegazione di un paio di minuti che permetta di tratteggiare la personalità del compositore, il suo stile, la storia e qualche curiosità sul pezzo che sarà eseguito».

Giulio Gelsomino

È la prima volta che nella parrocchia di San Giuseppe si organizza un evento simile nonostante la chiesa custodisca uno degli organi più grandi e importanti della città, costruito dalla celebre ditta “Tamburini” di Crema negli anni ’60. «È una splendida occasione per la nostra parrocchia. L’organo, come scritto anche in Sacrosanctum Concilium, è lo strumento il cui suono aggiunge splendore alla liturgia ed eleva potentemente gli animi a Dio», commenta il parroco, don Tonino Canu.

Dei quattro concerti previsti solo tre vedranno l’organo come protagonista assoluto: a parte Giulio Gelsomino, che suonerà il 4 settembre, si esibiranno l’11 settembre il maestro Ugo Spanu, docente di organo complementare e Canto Gregoriano al Conservatorio di Sassari e il 25 settembre il maestro Fabio Frigato, diplomato con lode al Conservatorio di Sassari e ora studente della Hockschule für Musilk und Theater di Monaco. Il concerto del 18 settembre, invece, prevede l’esibizione del Duo Ètra che mette assieme organo e flauto offrendo spunti musicali interessanti e originali.

Le date sono 4, 11, 18 e 25 settembre, l’ora di inizio le 20:30 (è consigliato presentarsi con un po’ di anticipo per permettere il controllo del green pass). L’ingresso è libero e gratuito.

https://www.noteclassiche.org/

Il programma del concerto del 4 settembre:
C. Saint-Saëns (1835-1921): Rhapsodie sur des cantiques Bretonnes, Op. 7 n.3;
W. A. Mozart (1756-1791): Fantasia K.594 (adagio, allegro, adagio);
C. Franck (1822-1890): Cantabile en Si Majeur
S. Scheidt (1587-1684): Bergamasca;
C. Franck (1822-1890): Choral N. 2 en si mineur;
L. Vierne (1870-1937): Final dalla Sinfonia per organo n.1 Op.14;

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: