Porto Torres

Festha Manna a Porto Torres, mercati e parcheggi

Questi i servizi. Ampliate le aree sosta per le auto e gli spazi dedicati a espositori e artigiani

 

 

MartiriTurritani.jpgPorto Torres. C’è una Festha Manna che è fatta di ritualità, spiritualità e cammini di fede per i Martiri turritani, arricchita anche da spettacoli ed eventi culturali. Ma c’è una Festha Manna che per tre giorni attira nelle strade migliaia di portotorresi e visitatori, fra mercati, chioschi e ristoratori. L’amministrazione comunale ha ritenuto di dover ampliare i servizi da sabato 14 a lunedì 16, per rendere la manifestazione più “sostenibile” e maggiormente rispettosa della tradizione.

«Gli eventi si svolgeranno dalla Basilica di San Gavino fino a via Mare, passando per l’area archeologica e il Corso Vittorio Emanuele. Nelle strade ci saranno mercati, esposizioni, attività ludiche e di ristorazione. L’appello che faccio a tutti – sottolinea il sindaco Sean Wheeler – è di collaborare affinché sia mantenuto il decoro e sia preservata la bellezza della nostra città, dimostrando così che è possibile fare festa anche con rispetto verso il luogo in cui viviamo». L’amministrazione comunale allestirà quattordici punti di raccolta differenziata nelle zone principali, tra via Migheli e piazza della Renaredda, comprese via Indipendenza, corso Vittorio Emanuele, via Libio, via Sassari e Piazza Bazzoni. «È in programma la pulizia del Lungomare, che sarà interessato dal passaggio della processione la domenica di Pentecoste. Metteremo anche i bagni chimici in piazza Tola – aggiunge l’assessore all’Ambiente, Cristina Biancu – andando a integrare quelli che obbligatoriamente dovranno essere posizionati dai titolari che si sono aggiudicati le concessioni dei chioschi per la somministrazione di alimenti e bevande. Per lanciare un messaggio sulla ecosostenibilità Matrica e Novamont doneranno alcuni kit di stoviglie bio. I bicchieri saranno utilizzati per l’accoglienza dei pellegrini che arriveranno in città all’alba della domenica». Novità anche per la viabilità: sono state ampliate, infatti, le aree disponibili per i parcheggi con l’obiettivo di decongestionare il traffico cittadino. Per l’occasione anche i bus modificheranno i propri percorsi: saranno soppresse le fermate del quartiere Monte Angellu, del Corso e di via Mare nel tratto chiuso al traffico, mentre il capolinea sarà ubicato presso il distributore Esso del Lungomare. «Resteranno aperti sia i parcheggi del supermercato Simply I Granai, in via Sassari, che quelli del supermercato Lidl, tra via Mare e via Principe di Piemonte. Ringraziamo entrambe le aziende per la disponibilità – afferma il Presidente della Commissione consiliare Attività Produttive, Samuela Falchi – così come ringraziamo l’autorità portuale del Nord Sardegna che ha accolto la nostra richiesta di aprire i cancelli della banchina Alti fondali per incrementare il numero dei parcheggi del porto, anche in collaborazione con la Capitaneria. Per regolare il traffico i vigili avranno il supporto delle associazioni che svolgono attività di volontariato. Per quanto riguarda il tradizionale mercato, saranno 185 gli stalli tra via Indipendenza e il Corso Vittorio Emanuele assegnati secondo una graduatoria pubblica, a cui si aggiungeranno otto chioschi aggiudicati tramite bando e 25 stand di espositori di antiquariato e dell’associazione Artigianando in via Libio, una zona che non era mai stata inclusa fra quelle destinate al settore commerciale e che vogliamo animare perché la riteniamo parte del centro storico. Saranno circa una trentina le postazioni occupate nella via Mare: lì troveranno posto anche quei comuni del territorio che vorranno mostrare le proprie eccellenze. Al momento hanno aderito Castelsardo e Ittiri, mentre sono in fase di formalizzazione le adesioni di Alghero e Sorso». «Un altro importante invito che vogliamo fare ai cittadini è quello di recuperare un’antica tradizione, quella di abbellire i balconi con le lenzuola bianche durante la processione di Pentecoste. Noi lo faremo nel Palazzo del Marchese – conclude il sindaco – e ci auguriamo che tanti cittadini seguano l’esempio affinché anche questo segno di sensibilità torni ad essere un elemento caratteristico della Festha Manna».

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: