Candelieri 2019Evidenza

Festa Maggiore per il gremio dei Fabbri

Domenica scorsa è stato celebrato Sant’Eligio. La cappella ha sede nel Duomo di San Nicola. Il nuovo obriere maggiore è Alessio Chessa. Il video

L’Intregu

Sassari. Domenica scorsa 1 dicembre nel Duomo di San Nicola il gremio dei Fabbri ha rinnovato la propria Festa Maggiore nel giorno dedicato al patrono Sant’Eligio (detto in sassarese Sant’Alò). Al termine della messa delle 11, durante la tradizionale cerimonia dell’Intregu nella cappella del santo, è avvenuto il passaggio della bandiera dal parajo (obriere) maggiore uscente Giancarlo Murgiolu a quello entrante Alessio Chessa, alla sua prima esperienza da obriere. La santa messa è stata celebrata dal nuovo parroco di San Nicola monsignor Marco Carta. In serata con partenza e rientro al Duomo la consueta processione ha attraversato il centro storico. Anche quest’anno il simulacro del patrono Sant’Eligio è stato accompagnato dai gremi cittadini e da una rappresentanza delle confraternite sassaresi. I passaggi musicali sono stati curati dalla Banda Musicale Luigi Canepa.

Il video dell’Intregu

 

Il gremio dei Fabbri (e affini), in sassarese chiamati Li Frairaggi, è antichissimo e risale al Medioevo. Protagonisti dell’economia cittadina, la maestranza comprendeva anche orafi e argentieri. Dal 1515 la cappella del gremio si trova nel Duomo di San Nicola; in precedenza la sede era nella chiesetta-oratorio nell’area delle concerie intitolata al patrono Sant’Eligio, vescovo francese morto nel 660. Del 1521 sono i primi Statuti della confraternita, i più antichi tra quelli pervenuti dei gremi sassaresi. I Fabbri non hanno mai sciolto il Voto all’Assunta prima dell’ammissione del gremio nel 2007 alla Faradda del 14 agosto, anche se diversi documenti (in particolare del XVIII e del XX secolo) riportano tra le spese in bilancio quella per un candeliere.

Il candeliere del gremio dei Fabbri è di color rosso fuoco, elemento del lavoro. Benedetto dall’allora arcivescovo padre Paolo Atzei il 2 dicembre del 2006. È il secondo a partire da piazza Castello e il decimo a entrare a Santa Maria di Betlem.

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: