Politica

Ex carcere di San Sebastiano, in attesa della cittadella giudiziaria

Il consigliere comunale di Italia in Comune Lello Panu ha presentato un’interpellanza. In base all’accordo con l’Agenzia del Demanio verranno investiti 22 milioni di euro in totale

Sassari. Ci sono state interlocuzioni con l’Agenzia del Demanio e la Direzione Regionale della Sardegna per capire quando inizieranno i lavori di riqualificazione e riconversione dell’ex carcere di San Sebastiano? Lo chiede al sindaco di Sassari Nanni Campus il consigliere comunale di Italia in Comune Lello Panu, che ha presentato una interpellanza.

Il 3 agosto del 2017 – ricorda Panu – è stata approvata la delibera del Consiglio Comunale numero 61 con oggetto “Riqualificazione e riconversione dell’ex carcere di San Sebastiano in polo giudiziario di Sassari.

Lello Panu (Italia in Comune)

Mutamento destinazione d’uso ex art. 11, comma 8, Legge Regionale n. 23/85.” Nell’ambito degli interventi intrapresi a livello nazionale dall’Agenzia del Demanio volti alla razionalizzazione degli edifici sedi di amministrazioni statali, la Direzione Regionale della Sardegna ha dato avvio agli studi preliminari per la riqualificazione e riconversione dell’ex carcere di San Sebastiano il quale, nella prospettiva progettuale, dovrà diventare il nuovo polo giudiziario della Città di Sassari unitamente all’adiacente edificio ospitante il Tribunale ordinario. Attraverso la delibera di Consiglio comunale è stata riconosciuta la compatibilità urbanistica dell’attuale destinazione dell’ex carcere (sottozona G1.7) con la destinazione d’uso “attività direzionali ed Uffici” (sottozona G1.4) e, in misura residuale, con la destinazione di “museo e padiglione espositivo “(sottozona G1.3.1.) in vista degli interventi di riqualificazione e riconversione finalizzati all’insediamento del nuovo polo giudiziario della città di Sassari.

Il 3 agosto 2018 è stato firmato l’accordo tra il Comune di Sassari, la Regione Sardegna, l’Agenzia del Demanio, il Ministero dei beni e delle attività culturali (Mibac) e il Ministero della Giustizia. La realizzazione del Polo giudiziario è finanziata dall’Agenzia del Demanio con un iniziale investimento di 13 milioni 895 mila euro, stanziamento già presente all’interno dell’accordo di programma, a cui si aggiunge una compartecipazione di 700 mila euro da parte del Comune di Sassari per il museo della memoria carceraria, la cui realizzazione rientra tra i progetti della Rete Metropolitana del Nord Sardegna, finanziati dalla Regione Sardegna nell’ambito della programmazione territoriale integrata. L’investimento totale previsto dall’Agenzia del Demanio, per il completamento dell’operazione di riqualificazione urbana, sarà di 22 milioni di euro.

«Con l’interpellanza chiedo al signor sindaco di informare il Consiglio in merito ad eventuali interlocuzioni avute con l’Agenzia del Demanio e la Direzione Regionale della Sardegna per capire quando inizieranno i lavori di riqualificazione e riconversione dell’ex carcere di San Sebastiano», conclude Lello Panu.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: