EvidenzaPolitica

Emergenza Covid, no all’abbandono dei rifiuti

I consiglieri comunali di Futuro Comune Marco Dettori e Mariano Brianda presentano una mozione. Proposti anche una campagna informativa affidata alle associazioni del volontariato e alle scolaresche e un aumento delle sanzioni

Sassari. Aumentare le sanzioni oggi previste per l’abbandono di rifiuti, ponendo particolare attenzione all’abbandono di rifiuti ingombranti, di guanti, mascherine e deiezioni canine. Ma anche dare corpo ad una apposita campagna di sensibilizzazione, informativa e formativa, con il coinvolgimento di associazioni del volontariato e delle scolaresche. È quanto propongono i consiglieri comunali di Futuro Comune Marco Dettori e Mariano Brianda, che hanno protocollato un’apposita mozione.

 

Marco Dettori

Mozione dei Consiglieri di FUTURO COMUNE Marco Dettori e Mariano Brianda
(art. 64 del regolamento sul funzionamento del Consiglio comunale)
Oggetto: Abbandono di rifiuti – campagna informativa affidata allle associazioni del volontariato e alle scolaresche – aumento delle sanzioni.

Premesso che

•   La Pandemia da COVID-19 ha reso obbligatorio, laddove necessario, l’utilizzo di guanti e mascherine. Questi oggetti vengono rinvenuti su strade e marciapiedi in quantità considerevoli, evidentemente abbandonati volontariamente da cittadini poco sensibili al rispetto dell’ambiente.

•   La fase di lockdown ha quasi naturalmente invogliato numerosi concittadini a dedicarsi ad attività tese alla cura delle proprie abitazioni, con la conseguenza che si è così determinato un elevato aumento del fenomeno dell’abbandono di rifiuti ingombranti per le vie della città.

•   In aggiunta alle problematiche summenzionate, vi è poi la necessità di contrastare con forza l’inciviltà dei padroni di animali da compagnia, i quali evitano di raccogliere le deiezioni dei propri animali, totalmente incuranti dei problemi di ordine igienico sanitario scaturenti da questo fenomeno.

Ritenuto che

•  Tali atteggiamenti non sono affatto giustificabili dalla situazione di emergenza nella quale ci troviamo, ma, al contrario, meritano di essere sanzionati ancor più efficacemente per il danno ambientale, economico, sanitario e sociale, che da essi deriva per l’intera collettività.

Mariano Brianda

•  A tutti è stato chiesto reiteratamente di essere responsabili e rispettosi nei confronti della collettività, ma quei cittadini che nonostante ciò continuano a rendersi responsabili di gesti di abbandono incontrollato di rifiuti o che non si curano della deiezione dei loro animali da compagnia -che per fortuna rappresentano una minoranza-, debbono essere comunque resi consapevoli delle gravi conseguenze del loro comportamento e, in ogni caso, delle sanzioni cui andranno incontro se dovessero perpetuare la loro condotta antisociale, sanzioni che dovrebbero essere significativamente aumentate nel loro ammontare, vista la gravità epidemica in cui oggi ci troviamo a vivere.

•  Appare perciò necessario, da un lato, impegnare prioritariamente l’amministrazione comunale in una campagna informativa e formativa sulle conseguenze pericolose e negative che derivano da gesti spesso sottovalutati quali quelli in esame, in modo che tutti possano comprendere il danno arrecato comunità nella quale ognuno è chiamato a fare la sua parte per il bene suo e di tutta la collettività, e, dall’altro lato, aumentare le sanzioni già esistenti per rendere evidente un impegno della Amministrazione comunale fermo e deciso nel contrasto a un fenomeno che merita il massimo della attenzione.

•  Anche al fine di coinvolgere la città in un’encomiabile opera di sensibilizzazione sociale, appare oltremodo utile affidare la relativa campagna al nostro volontariato o anche alle scuole, sicuramente capaci di usare un linguaggio diretto, comprensibile a tutti e in special modo ai nostri giovani che devono sentirsi coinvolti in prima persona nel cambio di mentalità di quanti ancora oggi sono autori di gesti antisociali come l’abbandono incontrollato di mascherine e materiale covid nonché dei rifiuti ingombranti: sarebbe opportuno sollecitare in tal senso l’intervento di associazioni e scolaresche perché producano una loro lavoro sul tema in esame, a costo zero; i lavori dovrebbero essere valutati dalla Giunta integrata con i Consiglieri capigruppo e, come premio al migliore classificato, dovrebbe essere prevista una giornata di premiazione pubblica e ufficiale da parte del Sindaco e della Giunta in una seduta del Consiglio Comunale. Il lavoro così premiato dovrà essere utilizzato dall’amministrazione comunale per veicolarlo sui socialnetworks, sulla stampa e sulle televisioni locali.

Tutto ciò premesso e considerato, il Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta

•   Ad adottare tutte le misure necessarie affinché si possa porre rimedio agli incresciosi comportamenti sopra stigmatizzati, prevedendo, di concerto con le autorità di Polizia Locale e di pubblica sicurezza, un aumento delle sanzioni oggi previste per l’abbandono di rifiuti, ponendo particolare attenzione all’abbandono di rifiuti ingombranti, di guanti, mascherine e deiezioni canine.

•   A dare corpo ad una apposita campagna di sensibilizzazione, informativa e formativa, con il coinvolgimento di associazioni del volontariato e delle scolaresche invitate a produrre dei loro elaborati, e con la scelta della migliore opera e la prelativa premiazione come più sopra descritto.

I Consiglieri Comunali
Marco Dettori e Mariano Brianda

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: