EvidenzaSassari

Elezioni comunali, il Pd sassarese ritrova l’unità

L’obiettivo è costruire un centrosinistra più ampio possibile e individuare un candidato sindaco «con modalità che saranno decise insieme»

La sede sassarese del Pd in via Mazzini

Sassari. Con una doppia discussione, iniziata lunedì e conclusa mercoledì sera, la direzione cittadina del Partito Democratico ha approvato un documento unitario votato all’unanimità che fissa alcuni punti sui prossimi passaggi dedicati alla costruzione della coalizione di centrosinistra che parteciperà alle elezioni amministrative del prossimo maggio (probabile un election day nella data del 26 maggio, già fissata per le europee), quando sarà rinnovato il Consiglio comunale ed eletto il nuovo sindaco. «Il Partito Democratico rimane una forza politica fondamentale della coalizione di centrosinistra. Il risultato ottenuto in città (alle regionali del 24 febbraio ha ottenuto un confortante 17,6 per cento, ndr) dice che una parte importante della cittadinanza sassarese guarda con attenzione al Pd», spiega il segretario cittadino Gianni Carbini. «L’obiettivo ora è costruire una coalizione di centrosinistra più ampia possibile in vista delle imminenti elezioni comunali, per individuare la candidata o il candidato sindaco con modalità che saranno decise insieme».

«Siamo consapevoli – si legge nel documento – che bisogna scegliere una personalità adeguata in grado di governare, insieme alla coalizione, la città e il territorio al meglio in un periodo di grande crisi economica e sociale. Abbiamo un’ulteriore missione, resistere al degrado di linguaggi e di inadeguati comportamenti di cui sono portatori alcune delle forze che governano il paese e che si accingono a governare la Sardegna».

Questo il testo del documento approvato dalla Direzione cittadina.

 

DIREZIONE CITTADINA DEL PD – SASSARI

PARTITO DEMOCRATICO, COSTRUIRE UNA NUOVA PROPOSTA PER LE AMMINISTRATIVE

La direzione cittadina del Partito Democratico di Sassari ha discusso sul voto delle Elezioni regionali 2019, considerando il risultato ottenuto in città dal partito e dalla coalizione di centrosinistra, seppur nella negatività del risultato generale, foriero di buone possibilità di rilancio dell’attività politica e amministrativa.

Il Partito Democratico saluta positivamente il ritiro delle dimissioni da parte del sindaco Nicola Sanna, affinché il mandato amministrativo possa regolarmente proseguire, nel rispetto della volontà popolare che si è espressa nel 2014, al fine di poter garantire alla città una ordinata amministrazione fino alla scadenza naturale del mandato.

Riguardo alle ultime Elezioni regionali, prendiamo atto che il risultato elettorale, seppur in una situazione generale di grande difficoltà, ha sancito per il Partito Democratico un ruolo di forza politica fondamentale della coalizione di centro sinistra a cui guarda con attenzione una parte importante della cittadinanza sassarese.

In tale contesto, considerata l’imminenza delle elezioni Amministrative della città di Sassari, il Partito Democratico intende avviare celermente un percorso per contribuire alla costruzione di una coalizione di centro sinistra la più ampia possibile, nonché all’individuazione – da parte della coalizione stessa – della candidata o del candidato alla carica di sindaco della città.

Siamo consapevoli che, allo scopo, servirà certamente una personalità adeguata al difficile compito di porre in essere una azione amministrativa cittadina seria e concreta. È indispensabile, pertanto, una nuova proposta che sia nel contempo altamente condivisa dal partito e dalla coalizione da individuare con le modalità che insieme saranno definite.

La Direzione cittadina del Pd dà mandato alla Segreteria cittadina, di concerto con la Segreteria provinciale, per costruire una nuova e ampia coalizione di centro sinistra autonomista, che sia all’altezza del difficile compito di governare al meglio la città ed il territorio in un periodo di grande crisi economica e sociale, tenuto conto – sul piano etico e morale – che occorre resistere anche al degrado di linguaggi e di inadeguati comportamenti di cui sono portatori alcune delle forze che governano il paese e che si accingono a governare la Sardegna.

Sassari, 13 marzo 2019

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: