EventiEvidenza

Domenica a Olmedo “La famiria Trampa”

La commedia in sassarese sarà portata in scena dalla Compagnia del teatro sociale Paco Mustela

Olmedo. “La famiria Trampa (pigliemmuzi l’America)” è il titolo della commedia che la Compagnia del teatro sociale Paco Mustela porterà in scena a Olmedo domenica 26 luglio alle 21 presso lo spazio del Comune in corso Kennedy 26. Lo spettacolo di Olmedo è il primo di un trittico che vedrà la compagnia impegnata in altre prestigiose piazze della Sardegna. La Compagnia del Teatro Sociale Paco Mustela, ha scelto per l’apertura della nuova stagione teatrale del dopo Covid la farsa in due atti del giovane ma già affermato autore portotorrese Renato Cubo il cui adattamento per il teatro è stato curato dallo stesso regista della Compagnia, Pierangelo Sanna.

La serata di Olmedo è particolarmente sentita dagli artisti della Compagnia che hanno con questa cittadina un particolare legame anzi, come ama ripetere il regista Pierangelo Sanna, “noi di Paco Mustela, a Olmedo ci sentiamo a casa nostra” perché da moltissimi anni esiste un legame profondo fra Olmedo e la compagnia teatrale per via dei moltissimi laboratori teatrali organizzati in collaborazione con L’Amministrazione comunale.

La trama: Quirico Trampa, (Paolo Salaris) capostipite di una famiglia sassarese, è un truffatore matricolato. La sua vita scorre fra imbrogli grossolani che gli procurano più guai che soddisfazioni. Con lui vivono la moglie Teresa (Chiara Ara), la suocera Settimia (Paolo Pintore), costretta in una sedia a rotelle e la figlia Lauretta (Alessandra Sanna), mentre il figlio Luigi (Andrea Vuolo) vive in Inghilterra dove studia da Avvocato. Un giorno, leggendo un articolo della Nuova Sardegna, ritiene di vedere nella foto del Presidente degli Stati Unti d’America Trump, una grande rassomiglianza con un suo avo trasferitosi anni prima in America. Convince allora la figlia Lauretta a scrivere una lettera al Presidente americano per metterlo al corrente delle sue origini turritane e per invitarlo in Sardegna. Si può immaginare la meraviglia di Quirico quando a stretto giro di posta riceve una missiva da Trump il quale gli preannuncia una sua visita a Sassari proprio a casa della famiglia Trampa.

La commedia, grazie anche alla bella interpretazione degli attori in scena e alle trovate registiche scorre veloce con gag e battute fulminanti. Nella parte finale c’è un’ulteriore sorpresa quando tutta la famiglia intona una canzone sassarese scritta da Ginetto Marielli, uno dei leader della famosa band dei “Tazenda”, che ha composto le musiche dei due brani i cui testi sono stati scritti oltre che dallo stesso Marielli anche da Renato Cubo. La scenografia, i trucchi e il parrucco sono di Monia Mancusa; costumi di scena di Anouska Montis; disegno luci: Tony Grandi; direttrice di scena: Monica Anelli. Progetto grafico e segreteria: Tino Marongiu. Regia di Pierangelo Sanna.

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: