CulturaEvidenza

Direzione regionale Musei Sardegna, Bruno Billeci conclude il mandato

Dal 1° maggio gli subentrerà Francesco Muscolino, attuale direttore del Museo Archeologico nazionale di Cagliari

Bruno Billeci

Cagliari. Il direttore della Direzione regionale Musei Sardegna a fine aprile conclude il suo mandato. L’architetto Bruno Billeci, anche Soprintendente per l’Archeologia, le Belle Arti e il Paesaggio per le Province di Sassari e Nuoro, carica che riveste attualmente, nei prossimi giorni lascerà l’incarico assunto ad interim nel giugno del 2020. Al suo posto, dal 1° maggio, arriva il dottor Francesco Muscolino, attuale direttore del Museo Archeologico nazionale di Cagliari, istituto dotato di autonomia speciale. Dopo aver ricoperto con passione e grande professionalità il nuovo incarico e dato continuità amministrativa ai progetti messi in campo dalla Direzione, il professor Billeci lascia in eredità un ufficio dinamico e funzionale con il contributo dei nuovi professionisti dei beni culturali. Un circuito importante con la maggior offerta culturale presente in Sardegna che vede protagonisti i siti museali e le aree archeologiche statali in tutto il territorio regionale. Progetti definiti e realizzati, nonostante le difficoltà causate dal Covid-19, come quello di illuminazione interna ed esterna realizzato per l’Area Archeologica “Su Nuraxi” di Barumini e per l’Area archeologica di Tharros, a Cabras. E altri in fase di ultimazione come quelli in corso d’opera nei luoghi della cultura attualmente oggetto di lavori di riallestimento e di ristrutturazione come il Museo Archeologico nazionale Antiquarium Turritano di Porto Torres e il Museo Archeologico nazionale “Giorgio Asproni” di Nuoro ormai prossimi alla riapertura.

Il dottor Bruno Billeci chiude il suo mandato con il raggiungimento di numerosi traguardi, sia in termini di crescita e visibilità dei musei statali, sia in termini di progetti realizzati grazie ad un prezioso lavoro di squadra con ancora tanti progetti da realizzare, o che vedranno la luce a breve, come la mostra Sulle tracce di Clemente che verrà inaugurata il 21 maggio 2021 e coinciderà con la riapertura del Padiglione Clemente del Museo Sanna di Sassari, con l’allestimento dello stilista Antonio Marras. Per lo stesso Museo è stato redatto un progetto preliminare, per circa 4 milioni di euro, che avvierà, con la sua esecuzione, l’assetto del sito per i prossimi vent’anni. A breve, avendo già ottenuto le necessarie autorizzazioni, verranno appaltati due nuovi progetti per il Compendio Garibaldino di Caprera. Il direttore Bruno Billeci ha infine reso operativa la sede istituzionale della Direzione regionale Musei Sardegna, come da mandato istituzionale, presso il Complesso Monumentale Ex SS. Annunziata, accesso da corso Francesco Cossiga, a Sassari.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: