EvidenzaSport

Dinamo, la sconfitta con la Virtus era inevitabile

Ora la priorità è recuperare le energie. Il punto di Aldo Gallizzi

Il coach biancoblù Gianmarco Pozzecco

In una situazione normale, subire un trentello in casa propria da chicchessia avrebbe sottoposto la squadra ad una valanga di critiche. Nella situazione e nel contesto nel quale la debacle si è compiuta, dare addosso a Poz e ai suoi ragazzi sarebbe, oltre che ingeneroso, da incompetenti. Il 77 a 108 con il quale la Virtus Bologna ha passeggiato su una Dinamo più che agonizzante è esclusivamente frutto e conseguenza di tutto ciò che è accaduto negli ultimi 20 giorni e che sarebbe noioso e stucchevole ripetere. A certi livelli non si possono giocare 3 partite di questo genere in 5 giorni, passando da Spagna e Germania, figurarsi in una situazione di totale emergenza. Vedere un giocatore super come Jason Burnell, boccheggiare sul campo o Stefano Gentile chiedere il cambio dopo pochi minuti perché le gambe assomigliavano più a un blocco di cemento che altro, è sintomatico e a dirla tutta anche un po’ immeritevole per dei ragazzi che fino a questo momento hanno dato tutto, gettando il cuore oltre l’ostacolo.

Ieri il destino ha voluto che l’avversaria fosse una delle più forti che potessero capitare, trovata fra l’altro al top della forma e questo ha reso la sconfitta sicuramente più pesante dal punto di vista dello scarto numerico. Sostanzialmente è una battuta d’arresto che fa male per le proporzioni, ma alla quale i giocatori e lo staff sapranno dare il giusto peso. Le note positive sono state rappresentate dal ritorno di Spissu e Katic, entrambi ovviamente non al top ma sulla via del completo recupero.

La priorità adesso è quella di ritrovare le energie e con il roster di nuovo al completo, riprendere pian, piano in mano il filo del discorso. Di mezzo la prossima settimana c’è la seccatura del doppio impegno di Champions, a questo punto decisamente un intralcio, ma senza l’assillo del risultato è chiaro che i giocatori verranno gestiti e utilizzati tenendo conto di altre priorità. 

Aldo Gallizzi

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: