EvidenzaSpeciali

Dedicato alle donne il calendario 2020 dello Stato Maggiore della Difesa

Venti anni fa veniva introdotto il reclutamento femminile nelle Forze Armate, nei Carabinieri e nella Guardia di Finanza

CalendarioDifesa2020Ventiannidonne2

Sassari. Sono venti gli anni con le donne nelle Forze Armate. È stata infatti la legge 380 del 20 ottobre 1999 a introdurre il reclutamento femminile. Lo Stato Maggiore della Difesa ha voluto ricordare l’anniversario dedicando il calendario per il 2020 a tutte le donne dell’Esercito Italiano, della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare e dell’Arma dei Carabinieri, che insieme ai colleghi uomini contribuiscono alla sicurezza della collettività in ambito nazionale e internazionale. Giovedì scorso presso il circolo “Diavoli Rossi” della Caserma La Marmora in piazza Castello a Sassari, il generale Andrea Di Stasio, comandante della Brigata Sassari, ha presento il Calendario prodotto dallo Stato Maggiore della Difesa “2020: Venti anni con le donne nelle Forze Armate”.

CalendarioDifesa2020Ventiannidonne3Un’iniziativa editoriale che non vuole essere e non è la celebrazione della donna militare ma il ventennale di una innovazione organizzativa che ha dato alle Forze Armate italiane e all’Arma dei Carabinieri la possibilità di rendere ancora più completa la capacità di risposta dello strumento militare, soprattutto in situazioni e in contesti dove le caratteristiche di genere sono determinanti. Nei dodici mesi del calendario si racconta il lavoro svolto con professionalità dalle donne che, da ormai due decenni, prestano servizio nell’Esercito Italiano, nella Marina Militare, nell’Aeronautica Militare e nell’Arma dei Carabinieri.

Nell’ambito della Brigata Sassari le donne oggi rappresentano il sette per cento, circa 200 militari. «L’attività della Sassari è aumentata, non tanto quella operativa perché lo è sempre. La vostra Brigata, e mi piace dire vostra perché è di tutti i sardi, è apprezzata in tutto il mondo. Ci piace parallelamente essere soldati moderni contemporanei, di pace e di cultura», ha spiegato il generale Di Stasio. «Non ci sono più distinzioni, ma le stesse dinamiche che ci possono essere nella società. C’è la fierezza di appartenere alla forza armata. Le donne occupano tutti gli incarichi operativi e logistici, niente è precluso, e lo fanno con altissima professionalità. Partecipano a tutte le missioni operative ad alta, media, bassissima operatività».

CalendarioDifesa2020Ventiannidonne1Alla presentazione del calendario sono intervenute quattro rappresentanti interforze: per l’Esercito il maggiore della Brigata Sassari Michela De Santis e il caporal maggiore scelto Giovannangela Marchesi, impiegata sino a pochi giorni fa nell’operazione “Terra dei Fuochi” in Campania, per la Marina Militare il Comune di I Classe Nocchiere di Porto Ilenia Brocco, in servizio alla Capitaneria di Porto Torres, per l’Aeronautica il tenente Maria Chiara Donati, ufficiale medico in servizio alla base di Decimomannu, e il tenente dei Carabinieri Greta Gentili, comandante del Nucleo operativo radiomobile di Olbia.

Il calendario 2020 dello Stato Maggiore della Difesa è dedicato alla Fondazione Francesca Rava – NPH Italia, da sempre impegnata a favore dei bambini in difficoltà anche tramite progetti di supporto alle donne, alle mamme e alle giovani. La Fondazione nel 2020 celebra anch’essa i suoi vent’anni di attività.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: