EventiEvidenzaHinterland

Dalle celebrazioni dantesche ai canti di tonnara, il weekend del Mut

Venerdì 30 luglio presentazione “Cigni neri su Pechino”, sabato celebrazioni dantesche e domenica viaggio tra le melodie e le immagini della tonnara

Stintino. Continuano gli appuntamenti del Mut, Museo della Tonnara di Stintino, che venerdì 30 luglio alle 20 ospita la presentazione del libro “Cigni neri su Pechino” di Edward Burman e Plinio Innocenzi, in collaborazione con la Libreria il Labirinto di Stintino. Dialogherà con Plinio Innocenzi, docente dell’Università degli Studi di Sassari, divulgatore scientifico e fino al 2018 addetto scientifico presso l’Ambasciata d’Italia a Pechino, il giornalista della Nuova Sardegna Paolo Curreli. Il libro spiega la Cina di oggi attraverso i personaggi e gli eventi che maggiormente aiutano a comprenderla, riallaccia la stretta attualità alla storia, e parla della deteriorata reputazione del primo paese colpito dal Covid-19 e degli effetti interni di un regime sempre più autoritario. A seguire Attilio Mastino, storico, accademico e saggista, rettore emerito dell’Università di Sassari, ricorderà la figura e l’opera di Edward Burman, scrittore inglese scomparso nel 2020 a Sassari, dove si era trasferito da due anni.

Sabato 31 luglio la terrazza del Mut ospiterà le Celebrazioni dantesche. Alle 22 sarà proiettato il video di Gian Nicola Cabizza, fisico e divulgatore scientifico, “Cosmografia Dantesca”, realizzato in collaborazione con Nicola Bonomo. Premiato come miglior video dell’anno al congresso nazionale dell’Associazione dei Planetari Italiani Planit2021, il lavoro si concentra sugli aspetti qualificanti della scienza medioevale di cui Dante è stato straordinario divulgatore: dall’astronomia sferica al concetto di tempo, dagli errori del calendario alla cosmologia. Un viaggio di trenta minuti che parte con le parole di Ulisse e si conclude con il cosmo dantesco e i suoi punti di contatto con la moderna cosmologia. La serata proseguirà con l’osservazione della volta celeste, ancora in compagnia di Gian Nicola Cabizza.

Domenica 1 agosto Ambra Zambernardi, antropologa dell’Università di Torino, accompagnerà i visitatori in un percorso visivo e sonoro tra la Sicilia di inizio Novecento e la Sardegna di oggi, alla scoperta dell’arte della pesca del tonno. La serata, che prenderà il via alle 20, unisce melodie, immagini e riflessioni dal mondo della tonnara, attraverso le illustrazioni di Alberto Valente, autore delle nove tavole in mostra, e l’esecuzione dal vivo di alcuni canti di tonnara (le cialome siciliane) da parte della violinista Marta Tortia del Teatro Regio di Torino.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: