EvidenzaSassari

Da venerdì la seconda edizione del Festival Diving, dal 9 all’11 ottobre

Organizzato dal Consorzio Golfo dell’Asinara, è sostenuto dal Programma della Camera di Commercio “Salude&Trigu”. Le interviste

Sassari. Il Festival Diving è un nuovo evento nel panorama delle iniziative di sensibilizzazione e promozione sui temi legati al mare. Per rilevare e rivelare il mondo silenzioso, la morfologia invisibile ai più, per estendere la percezione di uno spazio vitale, per conoscere, confrontarsi e raccontare storie di mare, sollecitare la valenza del Paesaggio Marino come bene culturale non escludibile, rivelato, percepito e partecipato grazie alle attività di diving.  Per un evento che si svolgerà dal 9 all’11 ottobre prossimi, organizzato dal Consorzio Golfo dell’Asinara, e che sarà sostenuto dal Programma della Camera di Commercio di Sassari, Salude&Trigu, nato per promuovere gli eventi capaci di contribuire al sostegno della filiera turistica locale.

Un’edizione, la seconda, presentata dal presidente dell’ente camerale, Stefano Visconti, dal segretario generale Pietro Esposito, dai promotori dell’evento Gianni Russo e Massimo Coa, e dal direttore del parco dell’Asinara, Vittorio Gazale.

L’edizione 2020 ha come partner Sardex e l’Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” ed è affiancata dall’Amp Isola dell’Asinara, inserita nel Progetto Neptune Interreg Marittimo, si apre in concomitanza con la Scuola di Economia ed Ecologia voluta dal Parco Nazionale. Il programma realizzato in collaborazione con l`Associazione Diving Asinara, grazie alla Fipsas (Federazione italiana pesca sportiva e attività subacquee) ha contingentato il numero degli ospiti, organizzati in sottogruppi, che si avvicendano nelle attività di immersioni e visita, con l’obiettivo di lanciare un segnale positivo in questo tempo di diffusa incertezza.

Il Festival Diving, viste le indicazioni del MSP (Maritime Spatial Planing), adottato di recente anche in Italia, che sollecita la considerazione di temi sociali e spirituali correlati al mare come ecosistema, lancia una nuova prospettiva di percezione che integra al paesaggio (landscape) lo spazio marittimo come bene culturale, percepito e interpretato dalle popolazioni, coerentemente a quanto indicato dalla CEP (Convenzione Europea del Paesaggio)  all’art. 1 a. dice: “Paesaggio” designa una determinata parte di territorio, così come è percepita dalle popolazioni, il cui carattere deriva dall’azione di fattori naturali e/o umani e dalle loro interrelazioni.

L’evento Festival Diving  attiverà di una pluralità di azioni – che si snoderanno tra Sassari, Sorso, Porto Torres, Stintino e Castelsardo cui hanno preso parte le amministrazioni comunali – tutte dedicate alle ricchezze del paesaggio e dell’ecosistema marino, favorirà il superamento dei lock-in settoriali, condividendo dati e immagini sulla biodiversità con attività specifiche di informazione e formazione dei portatori d’interesse, finalizzando il lavoro alla creazione di un linguaggio comune sui temi del mare, del paesaggio nella sua accezione più ampia, elementi grazie ai quali orientare l’offerta di servizi e, complessivamente, implementare le risorse di relazione  promozione del territorio.

Il Festival Diving (www.festivaldiving.it) evidenzia il valore delle soggettività nella percezione del mare e del paesaggio marino come bene comune e identitario, sollecita il valore multifunzionale delle attività ludiche di fruizione sportiva dell’ambiente marino, propone il valore della cultura del mare in senso lato e valorizza le componenti emotivo-sensoriali correlate alla fruizione dell’ambiente marino. Il Festival si caratterizza come percorso progettuale trasversale che mette al centro del dibattito temi di salvaguardia valorizzazione del paesaggio partendo dalla sollecitazione del paesaggio marino, della valenza di bene culturale soggettivamente percepito e parte del proprio patrimonio culturale personale.

Attraverso “SALUDE & TRIGU”, che rimane operativo anche in un momento difficile come questo, La Camera di Commercio di Sassari vuole dare un segnale di ripartenza e di sostegno a tutto il sistema economico locale. Che passa per eventi e manifestazioni, che fanno economia, con persone che ci credono.

Il lockdown relativo alla pandemia ha consentito la realizzazione di 14 eventi, da settembre fino a fine anno invece le manifestazioni confermate sono 20 e quelle che hanno subìto un blocco e perciò ricalendarizzate per il prossimo anno, 13. Per un programma sul quale l’ente camerale ha stanziato quasi 350 mila euro (con 23 domande cofinanziate) lo scorso anno e 850 mila nel 2020 (con 52 domande cofinanziate). Un impegno strategico con una visione di sistema che tesse una trama tra le coste e l’interno tra eventi di cultura e tradizione, enogastronomici e letterari.

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: