EvidenzaSassari

Da Abbanoa una nuova condotta idrica tra Cappuccini e Monte Rosello

Al via lunedì l’intervento di sostituzione integrale della rete che alimenta Monte Rosello Medio e Alto, Sassari 2 e Badde Pedrosa

Sassari. Trecentomila euro per la nuova condotta di collegamento tra i quartieri Cappuccini e Monte Rosello. Inizierà lunedì 26 agosto un altro cantiere strategico per l’efficientamento e l’ingegnerizzazione della rete idrica di Sassari. Si tratta della sostituzione integrale di ben 300 metri di una delle principali “arterie” al servizio della città: una vecchia tubatura in acciaio ormai deteriorata e soggetta numerose rotture il cui totale collasso è stato evitato fino a oggi con continui interventi di manutenzione.

La nuova condotta. I tecnici di Abbanoa hanno quindi predisposto l’intervento di realizzazione di una nuova condotta in ghisa sferoidale, materiale che garantisce la migliore tenuta, del diametro di quasi mezzo metro. L’opera è stata inserita nel programma trimestrale delle manutenzioni straordinarie e finanziata con circa trecentomila euro provenienti dal bilancio di Abbanoa. Lo scorso maggio era già stato sostituito il tratto precedente lungo le vie Ruggiu e Carso con un primo investimento di 70 mila euro.

Il cantiere. L’intervento prenderà il via lunedì a partire da via Carlo Ruggiu, quartiere Cappuccini, per poi attraversare la vallata di Eba Giara a ridosso del viadotto e raggiungere l’altro versante. La nuova condotta, che richiederà circa un mese e mezzo di lavori, sarà al servizio Monte Rosello Medio e Alto, Sassari 2 e Badde Pedrosa. Le operazioni di accantieramento sono già state avviate oggi a seguito dell’ottenimento dell’ordinanza del Comune che prevede la chiusura al traffico del tratto della strada vicinale Eba Giara-Filigheddu dall’incrocio con via Monsignor Marongiu e quello con la strada vicinale Monti Bianchinu.

Gli investimenti. Il piano di efficientamento delle reti idriche in corso è finalizzato, oltre che a una drastica riduzione delle perdite, all’ammodernamento delle reti tenendo conto delle problematiche riscontrate negli ultimi anni. Riguarda principalmente la realizzazione di nuove condotte nei tratti dove sono stati registrati frequenti disservizi all’utenza e notevoli perdite di risorsa. Le vecchie tubature erano state realizzate decenni fa con materiali inadatti e ormai del tutto deteriorati. Il sistema di infrastrutture idrauliche che Abbanoa si è trovata a gestire in città perdeva 22 mila litri d’acqua al minuto (365 litri al secondo). Da qui l’imponente mole di investimenti che negli anni, e di recente con gli ultimi interventi, testimonia un impegno da parte del gestore che non trova eguali in altre città della Sardegna.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: