EventiEvidenzaLettereSpettacoli

Conservatorio di Sassari, venerdì il concerto inaugurale dell’anno accademico

Si rinnova l’appuntamento con la città. Sul palco 140 artisti componenti dell’orchestra e del coro lirico del “Canepa” diretti da Andrea Raffanini. Musiche di Mozart, Rossini e Puccini

LigiosPalitta
Il direttore del Conservatorio Antonio Ligios e l’assessora comunale alle Cultura Manuela Palitta

Sassari. Ritorna, col nuovo anno, un appuntamento ormai consueto tra il Conservatorio Canepa e la città all’insegna della musica. Venerdì 25 gennaio il Teatro Comunale ospiterà infatti – a partire dalle 20,30 – il concerto di inaugurazione dell’anno accademico 2018-2019 del Conservatorio con entrata gratuita fino ad esaurimento posti.

Il concerto, che sarà preceduto da un breve momento istituzionale di saluti e comunicazioni delle autorità e degli organi accademici, sarà tenuto dall’Orchestra e dal Coro lirico del Conservatorio diretti dal maestro Andrea Raffanini. «È un evento dietro il quale vi è un grande sforzo organizzativo – dice il direttore del Conservatorio Antonio Ligios – che coinvolge tutto lo staff dell’amministrazione, gli studenti dell’Orchestra e del Coro e i numerosi docenti che volentieri si fanno promotori, con questa iniziativa, di una fattiva presenza dell’Istituzione nel tessuto cittadino, e che si propongono anche come “testimonial” di valori culturali e civili vissuti attraverso lo studio della musica».

Il programma della serata, in cui saranno impegnati sul palco circa 140 persone tra orchestrali e coristi, prevede un florilegio di brani lirici che avranno come protagonisti oltre l’Orchestra composta da allievi e docenti, il Coro lirico del Conservatorio (preparato dai professori Stefano Bommino e Gianni Mastino) e anche cinque voci soliste selezionate tra gli studenti dell’Istituzione: Chiara Cabras, Laura Delogu e Chiara Tosi (soprani); Francesco Congiu e Claudio Deledda (tenori).

OrchestraConservatorioCanepaSarà un viaggio tra arie e romanze del repertorio lirico di tutti i tempi a partire dalla celeberrima aria della Regina della Notte (“Die HölleRache” dal Flauto magico di Mozart). In programma anche musiche di Rossini (Ouverture orchestrale da La Gazza ladra; l’aria di Ramiro “Sì, ritrovarla io giuro!” dalla Cenerentola e la struggente preghiera da Mosè in Egitto, “Dal tuo stellato soglio”). Non mancherà l’omaggio a Giuseppe Verdi del quale risuoneranno due scene corali, “Gli arredi festivi” dal Nabucco e ancora “Gloria in Egitto” dall’Aida. Al fianco della musica del “grande vecchio” della lirica italiana ottocentesca, anche la musica coeva di Luigi Canepa, doveroso omaggio al “padre” del nostro Conservatorio, del quale verranno eseguite le Danze Sarde tratte dall’opera Amsicora. Presente, ancora, l’opera di Giacomo Puccini, del quale l’orchestra eseguirà l’Intermezzo da Manon Lescaut.

Il concerto prevede anche qualche pagina dal respiro europeo come “l’Inno alla luna” tratto da Rusalka di Dvorak, e l’aria “No puede ser” da La taberna del puerto di Sorozabal. In programma, infine, anche una breve ricognizione nel repertorio novecentesco col brano “Hello! Oh, Margaret, it’syou” (aria di Lucia) estratta da The telephone di Gian Carlo Menotti.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: