Cultura

Comunicare le guerre dimenticate

Per non dimenticare. Giovedì pomeriggio a Sassari seminario dell’Ordine dei giornalisti della Sardegna

 

 

QuadrilateroSassari. Padre Giulio Albanese, il missionario comboniano direttore della rivista “Popoli e Missione” e fondatore dell’agenzia MISNA (Missionary International Service News Agency), chiusa nonostante l’impegno dei giornalisti italiani per tenerla in vita, sarà a Sassari il 26 maggio per parlare di guerre dimenticate. Assieme a lui ci sarà la professoressa Patrizia Manduchi, docente di Storia e istituzioni dei paesi islamici all’Università di Cagliari.

Padre Albanese collabora con varie testate giornalistiche per i temi legati all’Africa e al Sud del mondo tra cui Avvenire, Vita, Radio Vaticana e il Giornale Radio Rai. Dal febbraio del 2007 insegna “giornalismo missionario/giornalismo alternativo” presso la Pontificia Università Gregoriana di Roma ed è direttore delle riviste delle Pontificie Opere Missionarie.

L’ultimo libro di padre Albanese si intitola “Vittime e carnefici nel nome di Dio”. Sarà dunque una interessante occasione di confronto per conoscere, con il contributo della professoressa Manduchi, qualificata “islamista”, i motivi del dramma che milioni di persone stanno vivendo in molte parti del mondo. E anche per capire meglio e interpretare il fenomeno epocale delle migrazioni.

Il seminario, dal titolo “Comunicare le guerre dimenticate per non dimenticare”, fa parte del programma di formazione continua ed è organizzato dall’Ordine dei giornalisti in collaborazione con la Delegazione regionale Caritas Sardegna, e con l’UCSI Sardegna. Si svolgerà giovedì 26 maggio dalle 14 alle 17 nell’Aula Magna del dipartimento Polcoming dell’Università di Sassari, in viale Mancini, 5. L’incontro darà diritto a 5 crediti formativi per i giornalisti.

Oltre a padre Giulio Albanese e alla professoressa Patrizia Manduchi, interverranno Francesco Birocchi, presidente ODG Sardegna e Mario Girau, presidente UCSI Sardegna. Coordinerà Maria Chiara Cugusi (Caritas Sardegna, Area comunicazione e GREM, Gruppo regionale di educazione alla mondialità).

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: