EvidenzaHinterland

Comune di Calangianus, approvato il bilancio preventivo

«Un risultato storico: per la prima volta è stato deliberato entro il mese di dicembre dell’anno precedente», commenta il sindaco Fabio Albieri

Foto: Letizia Fraschini

Calangianus. «Ieri sera si è svolto l’ultimo Consiglio Comunale dell’anno che si è chiuso con un risultato storico: per la prima volta, nella storia del Comune di Calangianus, infatti, il bilancio di previsione 2020/2022 è stato approvato entro il mese di dicembre dell’anno precedente. Un risultato importantissimo, per nulla scontato, frutto dello straordinario lavoro svolto dall’intero gruppo di maggioranza, dagli assessori e dalla struttura amministrativa dell’Ente, ad iniziare dall’Ufficio Ragioneria diretto da Lucia Giua che ringrazio di cuore, unitamente ai dipendenti dell’area finanziaria e tributi, Veronica Rossi e Paolo Orecchioni. Mi preme sottolineare, inoltre, anche il grande lavoro di supporto agli uffici delle ragazze e ragazzi del progetto LavoRas, il cui contributo è stato davvero prezioso e per questo li ringrazio sentitamente». È il commento del sindaco Fabio Albieri, che in una nota esprime la propria soddisfazione per l’approvazione del bilancio di previsione.

«Un risultato, quindi, senza precedenti che ci consente di spendere da subito, a partire dal 1° gennaio, le tante risorse contenute nel bilancio. Un bilancio assolutamente sostenibile, che lascia invariata la pressione fiscale, azzeriamo la Tasi, la Tari non aumenta per le utenze domestiche e diminuisce del 7% per quelle non domestiche, mentre l’Imu è ai livelli minimi. Le rette dell’asilo nido, per la mensa scolastica, l’assistenza domiciliare e tutte le tariffe per i servizi a domanda individuale rimangono invariati, restando tra i più bassi a livello regionale. Previste anche risorse importanti per le politiche del lavoro, con il proseguimento dei cantieri LavoRas e quelli verdi. Oltre alle risorse per il sociale e la scuola. Per la prima volta, dopo la mia nomina a presidente di Egas, grazie alla rinuncia della mia indennità di carica, a partire dal 1 settembre del 2019, verrà istituito il Bonus Bebè, sei borse di studio per studenti universitari meritevoli e in difficoltà e il fondo destinato alle associazioni del Paese sarà incrementato», mette in evidenza il primo cittadino, che così prosegue: «Sul fronte degli investimenti, oltre al ricco elenco delle tante opere finanziate dalla Regione, in questi due anni e mezzo di mandato, è necessario aggiungere gli interventi finanziati con la programmazione territoriale che riguardano i percorsi del Limbara e la sua valorizzazione pari a un milione e 800mila euro, che ci consentiranno di lavorare al rilancio anche in chiave turistica del nostro paese. Un bilancio assolutamente positivo, insomma, ma ancora non basta, c’è ancora tanto lavoro da fare, sul fronte del miglioramento delle strutture sportive, del polo culturale ubicato nel Palazzo Corda, sul rilancio della vertenza sulla crisi del sughero che tanto ci sta a cuore, il Museo del Sughero, il piano particolareggiato del centro storico e il Puc. Noi ci siamo, serve lo sforzo e il contributo di tutti e noi, per parte nostra, ce la metteremo tutta per assicurare un futuro migliore al paese che tanto amiamo».

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: