CronacaEvidenza

Cgil, Cisl e Uil: il territorio pronto alla mobilitazione

Predisposto un documento articolato in 17 punti. “Costruiamo il futuro” è la piattaforma di rivendicazione. Verso la convocazione dello sciopero generale

Sassari. Le priorità sono chiare: chimica verde, energia, trasporti e sanità. Attorno a questi temi si gioca il futuro del nord ovest della Sardegna. Lo hanno ribadito i sindacati Cgil, Cisl e Uil in una conferenza stampa convocata nella sede della Cisl in IV novembre. Sono intervenuti i segretari generali territoriali Pier Luigi Ledda (Cisl), Francesca Nurra (Cgil) e Giuseppe Maccioccu (Uil). Nei prossimi giorni prenderà il via una serie di iniziative, che vedranno, a differenza di quanto avvenuto nel 2016 quando fu convocato l’ultimo sciopero generale, la partecipazione anche delle associazioni datoriali. Adesso la prospettiva è diversa, in peggio purtroppo. Saranno coinvolti anche gli amministratori locali: è infatti probabile la convocazione di una assemblea dei sindaci.

Durante l’incontro con la stampa è stata illustrata la piattaforma di rivendicazione “Costruiamo il futuro”. Si tratta di un documento articolato in 17 punti, con il quale le segreterie territoriali di Cgil, Cisl e Uil intendono rivolgere un appello a tutte le forze sociali e istituzionali. Il sindacato, unitariamente, ritiene sia arrivato il momento di rivendicare a gran voce nei confronti del governo regionale e del governo centrale il lavoro, la lotta alla povertà e lo sviluppo complessivo del territorio. Le azioni da realizzare saranno messe a punto nel dettaglio durante l’attivo unitario dei quadri e dei delegati che si terrà a fine di febbraio. Un momento centrale a sostegno del percorso nel quale verranno delineati obiettivi, tempi e modalità. Il programma prevede l’organizzazione di assemblee nel territorio coinvolgendo tutti i lavoratori e i pensionati, ma anche attraverso incontri con le organizzazioni datoriali e le istituzioni con l’obiettivo di condividere la piattaforma e il percorso, che potrebbe sfociare in uno sciopero generale.

Gli eventi. Alcune date sono già fissate. Il 18 febbraio è in programma un vertice con le segreterie regionali. Il giorno successivo, alla Camera di Commercio, è previsto un incontro con le associazioni datoriali. Il 27 infine si riuniranno i quadri dei tre sindacati.

Le interviste ai tre segretari generali territoriali

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: