EvidenzaLettere

Cavalcata Sarda, il 19 maggio la 70ª edizione

Presentata la “festa della bellezza”. Sfileranno 2500 figuranti con l’abito tradizionale, riuniti in 70 gruppi folk e accompagnati da 22 gruppi a cavallo

Sassari. La 70ª edizione della Cavalcata Sarda, la “festa della bellezza”, si svolgerà come di consueto la penultima domenica di maggio. Per le vie della città, domenica 19 maggio, sfileranno circa 2500 figuranti con l’abito tradizionale, riuniti in 70 gruppi folk provenienti da tutta l’isola e accompagnati da 22 gruppi a cavallo. I figuranti saranno seguiti dalle coppie a cavallo, dalla suggestiva tracca di Settimo San Pietro e da un corteo di oltre 220 cavalieri. Questa mattina (giovedì) la Cavalcata Sarda 2019 è stata presentata a Palazzo Ducale dal sindaco Nicola Sanna e dall’assessora comunale alla Cultura e al Turismo Manuela Palitta. Il corteo, che sfilerà per quasi due chilometri, partirà alle 9 da corso Francesco Cossiga, di fronte alla chiesa di San Giuseppe. Proseguirà, poi, per via Asproni, via Roma, piazza d’Italia, portici Bargone e Crispo, via Cagliari, via Brigata Sassari, emiciclo Garibaldi, viale Italia, per terminare in viale Mancini all’angolo con viale Berlinguer. La sfilata a piedi si concluderà quest’anno con lo spettacolo di 70 donne in costume tradizionale in rappresentanza dei vari gruppi partecipanti. A seguire, apriranno la sfilata dei gruppi a cavallo le Amazzoni di Nuoro.

La conferenza stampa di presentazione

Proprio la presenza femminile sarà al centro dell’attenzione. «Le 70 donne che sfileranno in chiusura segneranno l’edizione numero 70. Un omaggio che abbiamo deciso di fare. Ma sarà una Cavalcata all’insegna di numeri importanti e di eventi collaterali di grande rilievo», ha detto il sindaco Nicola Sanna.

Come ogni anno è prevista la partecipazione di gruppi di turisti stranieri, provenienti dalla Francia, dalla Svizzera francese e da Israele. Sarà, inoltre, presente, tra le autorità, il professor Azis Pollozhani, già ministro della Repubblica di Macedonia e ambasciatore presso le Nazioni Unite e oggi rettore della Mother Teresa University di Skopje (Repubblica di Macedonia), a Sassari per impegni accademici.

Il primo pomeriggio sarà dedicato allo spettacolo delle pariglie dei cavalieri, che si svolgerà all’ippodromo Pinna. Dalle ore 16 i gruppi si esibiranno in spettacolari acrobazie sui cavalli in corsa dando prova di bravura e abilità.

Prenderà il via venerdì 17 maggio la rassegna dei canti e delle danze tradizionali della Sardegna. Alle ore 18 ritornerà l’atteso appuntamento a Monte d’Accoddi con “Voci e suoni tra miti e riti”, presentata da Giuliano Marongiu. La serata prevede l’esibizione di maschere e cori tradizionali. Anche quest’anno sarà disponibile un ampio parcheggio nei pressi dell’altare prenuragico che consentirà a un maggior numero di spettatori di assistere alla manifestazione.

Sabato 18 e domenica 19 dalle 19 in piazza d’Italia i gruppi folkloristici isolani proporranno un vasto repertorio musicale e coreografico. La rassegna sarà presentata da Giuliano Marongiu.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: