EvidenzaSassari

Campanedda, l’arcivescovo con i pastori

Le taniche di latte, questa volta, non sono state sversate sull’asfalto, ma donate con l’intento di farle arrivare alle mense della Caritas e ai bisognosi

Sassari. L’appello lanciato dal vescovo Gian Franco Saba non è caduto nel vuoto, l’invito rivolto i giorni scorsi ai pastori in presidio sulla strada dei Due Mari di non sprecare un dono di Dio è stato subito accolto dagli allevatori di Campanedda. Mercoledì mattina, nella borgata tra Sassari e Porto Torres, una delegazione di pastori, affiancati dagli abitanti del piccolo centro della Nurra, ha scelto una forma di protesta diversa da quelle messe in atto finora. Le taniche di latte, questa volta, non sono state sversate sull’asfalto, ma donate al vescovo con l’intento di farle arrivare alle mense della Caritas e ai bisognosi. Il teatro dell’iniziativa, il sagrato della parrocchia di Santa Maria a Torres, dove il presule turritano, con il parroco don Francesco Marruncheddu, accompagnati da don Mario Tanca, assistente ecclesiastico di Coldiretti e don Andrea Piras, parroco di Stintino, hanno incontrato i pastori e ricevuto la donazione del latte da destinare alla Caritas. L’iniziativa ha offerto anche l’occasione per ritornare sui temi della vertenza in particolare sulla necessità di arrivare alla conclusione di una trattativa lunga e sofferta. Il vescovo ha invitato tutti alla riflessione rimarcando l’esigenza di recuperare il senso di cooperazione da cui dipende buon parte della soluzione di questa e altre vicende. Al termine della mattinata, Gian Franco Saba ha voluto donare un Rosario ai pastori e alle loro famiglie e la manifestazione si è conclusa con la recita di una preghiera rivolta alla Madonna. «Ciò che sta capitando – ha detto l’arcivescovo – è qualcosa che ci riguarda da vicino, siamo qui per voi e per le vostre famiglie, perché venga riconosciuto il valore del vostro lavoro e la vostra dignità di lavoratori, vi invito anche a recuperare quella cultura della cooperazione e a operare tutti insieme per affrontare i problemi in modo costruttivo». Il vescovo ha anche lanciato la proposta di istituire, come diocesi, un appuntamento spirituale riservato al mondo dei pastori perché anche la Chiesa possa rafforzare il legame con il mondo rurale.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: