CulturaEvidenza

I cammini dell’identità

Sabato a Roma la Fondazione Maria Carta parteciperà alla presentazione del progetto organizzato dal circolo sardo “Il Gremio”

 

Carla Fracci riceve il Premio Maria Carta

Sassari. La Fondazione Maria Carta sarà presente a Roma sabato 23 giugno, alle 18, presso la sede del circolo sardo “Il Gremio”, in via Aldrovandi 16, di cui Maria Carta ha fatto parte durante il suo lungo percorso romano, per sostenere la presentazione del progetto denominato “I cammini dell’identità”, organizzato per conto della Regione Sardegna dal prestigioso circolo della capitale presieduto dall’ittirese Antonio Maria Masia.

Si tratta di un’iniziativa diretta a valorizzare alcuni importanti cammini di fede, di costume, di tradizioni e di storia presenti in Sardegna. Da Santa Barbara a San Giorgio vescovo di Suelli, da Sant’Efisio a Bonaria. Nell’occasione verrà presentato il sito internet realizzato dal Gremio per Sardinia Everywhere: “I cammini dell’identità”. Interverranno all’incontro Gian Nicola Saba, dirigente dell’Assessorato regionale del Lavoro, Ambra Garancini, presidente “Jubilantes”, il giornalista Sergio Valzania, Neria De Giovanni, presidente Associazione Italiana Critici Letterari, il giornalista e scrittore Sergio Frau, Franco Saba, rappresentante di Legambiente Sardegna, Gianluigi Pinna, presidente Cammino di Santa Barbara, e Leonardo Marras, che si soffermerà sul progetto “Freemmos”, ideato dalla Fondazione Maria Carta per sensibilizzare i cittadini e le istituzioni sul fenomeno dello spopolamento che investe numerosi piccoli centri della Sardegna.

Chiuderà la serata il concerto “Pro sas camineras de s’anima”, realizzato in collaborazione con la stessa fondazione, che vedrà protagonisti il duo Fantafolk, composto da Andrea Pisu alle launeddas e Vanni Masala all’organetto e la voce di Manuela Mameli, giovane ed eclettica interprete della scena musicale isolana.

Tags
Mostra completo

Articoli collegati

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: