EventiEvidenza

Buon giorno in musica a San Nicola

Giovedì 21 ottobre alle 9 nel duomo di Sassari il duo Mauro Uselli (al flauto) e Antonio Garofalo (al pianoforte)

Sassari. Da più di un mese, il maestro e flautista algherese Mauro Uselli, risveglia la città di Sassari con gli appuntamenti musicali del mattino. Gli ormai famosi “Risvegli“, che il maestro già da diversi anni ha messo in scena dal vivo nella sua città natale, fanno tappa nel capoluogo di provincia. A Sassari c’è grande fermento intorno alla musica classica contemporanea. In questo caso non si tratta di musica classica in senso stretto, ma di un classicismo che si apre al mistico, una musica che risveglia l’anima e che diventa terapia allontanando il caos della vita odierna fatta di corse, ostilità, stress e distorsione della vera natura dell’essere umano. Il flauto di Uselli abbraccia luoghi cari alla natura e all’urbanità, dove ci si può riconnettere con il proprio io. Chiese, rifugi, spiagge, scogli, basiliche, angoli urbani dimenticati: è da qui, che il maestro da vita alle sue note, creando atmosfere magiche inaspettate. Questa volta Uselli ha scelto il duomo di San Nicola a Sassari. Il programma che sta portando all’ascolto ripercorre la serie di trascrizioni per flauto solo del periodo barocco tratte dai più’ grandi compositori del periodo tra cui C.Ph.E.Bach, D. Buxtehude, J.A.Hasse, S.L. Weiss e ancora. Inedite e curiose trascrizioni tratte dal clavicembalo ben temperato di Bach, il tutto pensato e creato per dare la percezione della polifonia pur trattandosi di uno strumento solo, il flauto. I momenti meditativi dei risvegli possono essere vissuti a giorni alterni (lunedi, mercoledì e venerdì) dalle 8 del mattino, in questi mesi che precedono il Natale presso la chiesa di San Nicola.

Il prossimo appuntamento è fissato per giovedì 21 ottobre alle 9. Il “Buongiorno in musica” è affidato al duo Mauro Uselli (al flauto) e Antonio Garofalo (al pianoforte). Garofalo, è una figura leggendaria nel panorama musicale internazionale, grandissimo trombettista e polistrumentista, musicologo, direttore sia di bande musicali che di orchestre, grande didatta e rinomato docente di musica. Suonerà al pianoforte per percorrere insieme al maestro Uselli un viaggio musicale che diventa immersione, meditazione gioia e al tempo stesso preghiera. Il programma è vastissimo e parte dalle celebri arie classiche ai classici intramontabili di Anton Dvorak, Gounod, Schubert, Schumann, Rodrigo, Bacharach. C’è grande attenzione dietro questa nuova forma di sonorità legata alle prime ore del mattino. Attraverso le esperienze londinesi legate alla musicoterapia, Uselli ha saputo cavalcare il suo credo musicale in questo periodo post covid, facendosi portavoce di un compito, che la musica assolve appieno: quello di rallentare, di meditare e di “ricaricare”. La musica crea ponti avvicina le persone anche le più’ lontane, non conosce barriere di nazionalità’ e di etnia di colore della pelle, ma coinvolge tutti in un linguaggio superiore e riesce sempre a mettere in sintonia persone e gruppi di provenienze anche molto differenti. Su questa filosofia di unione, condivisione e pace si sviluppa il mood del concerto.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: