CronacaEvidenza

Biancareddu contro l’Aes

«Nessuna assenza di dialogo. La verità vera è che pretende a tutti i costi di avere una interlocuzione continua e unica», replica l’assessore regionale alla Cultura

Cagliari. Dura presa di posizione dell’assessore regionale della Pubblica Istruzione e Cultura Andrea Biancareddu nei confronti dell’Aes (Associazione Editori Sardi) che nei giorni scorsi ha pesantemente e falsamente accusato l’esponente della Giunta Solinas di totale disinteresse nei loro confronti. «Certamente non corrisponde al vero l’affermazione che lamenta l’assenza di dialogo o di riscontri – ha sottolineato Biancareddu – visto che la struttura dell’Assessorato ha sempre operato, in nome e per conto del sottoscritto e ha sempre dato piena disponibilità, analizzando puntualmente le proposte avanzate, valutandone la fattibilità amministrativa e la cantierabilità e fornendo i relativi riscontri. Per questo non trovo giustificabile sia i toni e le modalità della protesta dell’Associazione».

Crisi editoria libraria, l’Aes interroga l’assessore Biancareddu

«La verità vera – continua Biancareddu – è che l’Aes pretende a tutti i costi di avere un dialogo diretto e una interlocuzione continua e unica. La pretesa richiesta di essere destinatari diretti dei fondi previsti a favore degli Enti locali, per la organizzazione delle fiere regionali destinate alla promozione del libro edito in Sardegna, non può essere accolta e che i medesimi Comuni pianificano, organizzano e gestiscono gli eventi in completa autonomia. Non può essere accolta la richiesta di affidare all’Aes, in trattativa privata, le manifestazioni, tendenti a promuovere il libro edito in Sardegna. Resta ovviamente inteso che, con riferimento alla Fiera del libro di Macomer, che qualora l’edizione 2020 di tale manifestazione dovesse essere annullata, sarà mia cura dare mandato agli uffici per spostare le somme sugli altri capitoli che prevedono interventi a favore del vostro comparto e che, dunque, non farò andare in economia alcuna somma».

La Giunta Regionale ha deciso di utilizzare le risorse originariamente destinate alla partecipazione della Regione al Salone del Libro di Torino e alla Buchmesse di Francoforte, per supportare le aziende editrici locali con l’assegnazione di contributi finalizzati alla promozione delle novità librarie edite negli ultimi 3 anni (totale euro 100.000). Con altra delibera sono stati previsti interventi a sostegno dell’editoria libraria con la concessione di contributi per l’acquisto di materie prime e servizi e interventi a sostegno della stampa periodica regionale e locale (totale 200 mila euro). Per quanto riguarda le pubblicazioni in lingua sarda abbiamo approvato in via definitiva uno stanziamento di 250 mila euro per la realizzazione di opere editoriali in formato cartaceo o multimediale da parte delle aziende editoriali operanti in Sardegna. Il bando verrà pubblicato nelle prossime settimane. È necessario e doveroso poi ricordare che, in questi mesi di emergenza, sono state approvate, prima dalla Giunta regionale, e poi dal Consiglio regionale numerosi altri provvedimenti contenenti misure di sostegno al mondo dell’impresa, di cui uno destinato ad un numero limitato di comparti, tra cui l’editoria, e gli altri a favore di tutte le imprese sarde, a cui, dunque, possono accedere anche le imprese appartenenti alla filiera del libro. Gli interventi a favore dell’editoria libraria, ambulanti, tecnici dello spettacolo, agenzie di viaggio, tonnare, mitilicoltura, apicoltura e settore vitivinicolo, con una dotazione di 2 milioni di euro, prevede la concessione di aiuti diretti in conto occupazione a favore dei soggetti interessati, che saranno erogati secondo la procedura “a sportello” e varieranno, sulla base del numero degli addetti e degli effettivi in servizio, da un minimo di 2.000 euro a un massimo di 3.000 euro. Con il Fondo Emergenza Imprese Sardegna sono previsti interventi di sostegno indirizzati a favorire sul territorio regionale la ripresa economica delle attività imprenditoriali.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: