Candelieri2021Evidenza

Benedetto il nuovo stendardo degli Autoferrotranvieri

Lunedì sera a Santa Maria di Betlem, subito dopo la Traslazione dell’Assunta, la breve cerimonia con il padre guardiano Salvatore Sanna e tutti gremi

Sassari. Appuntamento con la storia di Sassari lunedì sera nella chiesa di Santa Maria di Betlem, la “casa dei candelieri”. Al termine della solenne cerimonia di Traslazione dell’Assunta di fronte all’altare maggiore, pronta per lo scioglimento del Voto del prossimo 14 agosto – neanche quest’anno ci potrà essere la Faradda tradizionale per via dell’emergenza pandemica -, il padre guardiano dei frati minori conventuali Salvatore Sanna ha benedetto la nuova bandiera piccola del gremio degli Autoferrotranvieri. A ricevere il vessillo è stato l’obriere di seconda, finora chiamato di bandiera, che d’ora in poi potrà essere denominato, come accade in tutti gli altri gremi ammessi alla grande festa del 14 agosto, obriere di candeliere. Un onore toccato a Raimondo Fois, che ha poi guidato il primo saluto all’Assunta con i gremianti schierati. Un momento rinnovato poco dopo nella grande cappella del gremio dei Muratori, che sempre il 2 agosto, al mattino, ha celebrato il rito dell’Intregu, senza però la processione della sera, annullata per il covid.

«Il vessillo è un’espressione della fede e della vostra devozione, innanzitutto a Maria, madre di Gesù e madre nostra, e a San Cristoforo, modello di coloro che servono Cristo, aiutandoli nella traversata della vita portandolo nel cuore», ha detto padre Salvatore Sanna, circondato dai rappresentanti dei gremi cittadini.

Affiancato dall’obriere maggiore Giacomo Addis e dal fisco maggiore Antonello Masala, insieme ai gremianti, il nuovo obriere di candeliere ha concluso la serata all’esterno di Santa Maria con un brevissimo corteo, anche questo il primo con il nuovo stendardo.

La bandiera piccola viene tradizionalmente affidata all’obriere di candeliere nei gremi che partecipano alla Faradda del 14 agosto. In questa occasione è infatti l’obriere di candeliere che guida la delegazione del gremio, tanto che in cima al grande cero votivo di legno è collocato un vessillo con il suo nome. Gli Autoferrotranvieri, come ha stabilito giovedì scorso il Consiglio comunale, parteciperanno quest’anno allo scioglimento del Voto in forma ufficiale con la sola bandiera piccola, mentre «il candeliere, al pari degli altri gremi ammessi, potrà essere mobilitato e trasportato in processione solo a partire dalla prima edizione utile della Faradda». Dal 2022 i candelieri saranno così dodici. (lu.fo.)

Autoferrotranvieri ammessi alla Faradda

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: