canale12Sassari

Atp, un nuovo bando per le paline elettroniche

Ne saranno installate altre trenta. Audizione del presidente dell’Atp Roberto Mura in Commissione Urbanistica del Comune. Entro il 2019 la gara per le aziende di trasporti. Il servizio di Canale 12 #canale12

 

 

 

Sassari. Ormai i tempi sembrano maturi e l’Atp, da consorzio tra enti territoriali (Comuni di Sassari e Porto Torres e Provincia), potrebbe presto diventare una srl. Qualche indicazione si avrà già la prossima settimana. Con una data che va tenuta presente: entro il 3 dicembre dovrà essere fatta la gara regionale sulle aziende di trasporti di bacino. «Spingeremo perché uno di questi lotti sia la rete metropolitana del nord ovest dell’Isola. L’ideale è infatti avere un’azienda di bacino. Ma questi ambiti saranno stabiliti dalla Regione, a cui spetta suddividere il territorio sardo», ha spiegato il presidente dell’Atp sassarese Roberto Mura, che lunedì mattina ha illustrato ai consiglieri comunali della Commissione Urbanistica presieduta da Marco Manca (Sel) le strategie dell’azienda di trasporto pubblico, che vede il Comune di Sassari come socio maggioritario.

RobertoMuraAudizioneControllo dei biglietti, paline intelligenti e revisione delle linee i temi affrontati. «Con le paline elettroniche siamo adesso a regime. Abbiamo implementato la parte tecnica, dopo avere avuto dei problemi con il software. Ma adesso è tutto a posto», ha spiegato il presidente dell’Atp, affiancato dal direttore Roberto Pocci. Le fermate degli autobus sono 600 in tutto, mentre le paline intelligenti già installate sono 70. «Pensiamo di installarne altre trenta. E a breve indiremo la gara. Ogni apparecchiatura comporta, a parte la manutenzione, una spesa per i collegamenti elettrici e telefonici», ha detto ancora Mura. Altre paline, in particolare quelle tradizionali, sono ormai obsolete e in certi casi inefficaci. L’obiettivo è anche uniformarle. Quelle nuove avranno tutte un numero identificativo e le informazioni saranno al livello della vista.

PalineElettronicheUn altro ragionamento riguarda le pensiline, che sono in tutto 110. Tre sono diventate attrezzate con biglietteria e distributore automatico di bevande, in particolare in via Gramsci, viale Italia e di fronte alla scuola media 2. Garantiranno un costo zero di gestione: la ditta che garantisce il distributore automatico si fa carico delle spese elettriche. Sarà rifatto il sito web: come le paline, sarà “dinamico”, ovvero gli utenti potranno interagire più facilmente.

Rimane il problema delle linee. Alcune viaggiano troppo cariche, altre sono quasi vuote. «Faremo uno studio ingegneristico che si occuperà di tutta la rete, messa a confronto e analizzata. Occorre capire su quali linee ci sono i flussi migliori. A fine contiamo di avere un progetto su tutte le linee. L’obiettivo è rifare tutta la rete ma senza rivoluzionare le abitudini degli utenti, che comunque cambiano nel tempo», ha proseguito il presidente dell’Atp. In alcune situazioni c’è una sovrabbondanza di servizi domenicali. Al contrario, la 8 è la linea che i cittadini gradiscono molto, non così le due “circolari”. Ci sono del resto collegamenti urbani rimasti al 1980.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: