EvidenzaSardegna

Antonio Simon Mossa, il PSd’Az celebra i cento anni dalla nascita

Domenica mattina a Palazzo di Città a Sassari convegno di studi dedicato all’intelluttale poliedrico e sardista

 

invito.cdrSassari. Domenica 27 novembre 2016 alle 10 presso il Palazzo di Città di Sassari, il Partito Sardo d’Azione celebrerà il centenario della nascita di Antonio Simon Mossa con un interessante convegno di studi che, ripercorrendo la sua vita ed i più significativi contributi offerti dall’intellettuale sardista nei diversi settori in cui si è cimentato, mira a riproporne l’attualità ed i tratti d’avanguardia rispetto ai nodi storici irrisolti della Sardegna. L’iniziativa, alla quale parteciperanno i familiari dell’indimenticato ideologo dell’indipendentismo moderno, prevede un qualificato parterre di autorità civili, militari e religiose ed un ricco programma di contributi e testimonianze. Dopo i saluti del sindaco di Sassari, Nicola Sanna, del presidente del Consiglio Regionale, Gianfranco Ganau, del presidente del PSd’Az, Giovanni Columbu, e del responsabile della delegazione del Governo Catalano ad Alghero, Joan Elies Adell Pitarch – a testimonianza degli intensi rapporti intessuti da Simon Mossa con la Generalitat de Catalunya e con le tante comunità etniche d’Europa – la prima parte dei lavori sarà moderata da Pier Giorgio Pinna, giornalista e scrittore. Interverranno Manlio Brigaglia, che ne traccerà un profilo biografico; Bachisio Bandinu, che tratterà dell’attualità del pensiero e dell’azione di Simon Mossa. Andrea Faedda e Mariangela Sai, dell’associazione “Màstros-segni e progetti per una città del Mediterraneo”, presenteranno uno studio sulla sua attività di Architetto in Sardegna nel periodo 1950-1970. L’impegno linguistico ed in particolare la sua attività di algheresista saranno sviluppati da Claudia Soggiu, già presidente dell’Obra Cultural de l’Alguer. Federico Francioni approfondirà invece i rapporti politici e personali con Camillo Bellieni, mentre Paolo Piquereddu – storico direttore dell’Istituto Superiore Regionale Etnografico – metterà in evidenza gli aspetti ideali e culturali che ispirarono il progetto del Museo regionale della Vita e delle Tradizioni popolari sarde. La seconda parte del Convegno vedrà la proiezione di un docufilm, realizzato da Laura Piras, intitolato “Tutto per la causa”. Seguirà il contributo di Gibi Puggioni che esplorerà i rapporti di Simon Mossa con l’esperienza editoriale di “Sassari sera”, e del sociologo Salvatore Cubeddu, direttore della Fondazione Sardinia, che ne tratteggerà l’impegno e la militanza sardista. Infine, Giampiero Zampa Marras – amico di una vita e principale biografo – porterà una riflessione intima e personale del suo percorso umano, culturale e politico al fianco di Antonio Simon Mossa.

Le conclusioni saranno affidate al segretario nazionale del Partito Sardo d’Azione, Christian Solinas, che annunciando l’iniziativa ha dichiarato: «Simon Mossa si inscrive a pieno titolo in quel “pantheon laico” di riferimenti ideali, politici e culturali del nostro Partito, che conserva un valore non solo simbolico ed evocativo ma ha una grande carica di attualità e di proposta sui grandi temi dell’Isola,: dall’indipendenza alla lingua, dal turismo all’economia, alla cultura, al patrimonio materiale ed immateriale di tradizioni ed etno-antropologia unici di questa Terra. Non potevamo lasciar cadere nell’oblio questo paradigma di sardismo avanguardista, azionista ed internazionalista». Attraverso la lente della vita e dell’azione di Simon Mossa, il leader dei Quattromori rilancerà inoltre il nuovo corso del Partito Sardo d’Azione all’esito del suo XXXIII Congresso, che ha profondamente rinnovato la classe dirigente e le prospettive culturali e politiche del sardismo: «Ripartiamo da Sassari con questo importante evento ma da qui ci presentiamo idealmente a tutto il Popolo Sardo per dare nuovo impulso all’incipiente ed improcrastinabile bisogno di attualizzare le grandi idee, il patrimonio programmatico e di proposta del sardismo come contributo per la definizione di un’idea complessiva di Sardegna sulla quale incardinare un serio progetto di governo delle tante criticità e della crisi contemporanea, ed in grado di restituire fiducia e speranza alla nostra gente».

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: