EvidenzaSpettacoli

Anna Bonaiuto al Teatro Civico di Sassari

Doppio appuntamento domenica. Con “Such Sweet Thunder” si chiude (To) Be in Jazz. Omaggio a Duke Ellington con gli arrangiamenti di Mario Raja e i brani tratti da Shakespeare

 

 

Anna Bonaiuto

 

Sassari. Si conclude oggi la rassegna “(To) Be in Jazz – I Concerti Aperitivo“, organizzata dall’Associazione Blue Note Orchestra (ABNO) a Palazzo di Città. Realizzata con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Sassari, della Regione Sardegna, del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo e della Fondazione di Sardegna, prevede un doppio appuntamento, alle 11 e alle 19,30.

Il concerto conclusivo della manifestazione “Such Sweet Thunder” è dedicato all’omonima suite di Duke Ellington, con gli arrangiamenti scritti per l’organico dell’Orchestra Jazz della Sardegna dal sassofonista, compositore ed arrangiatore napoletano Mario Raja, da decenni appassionato studioso della musica del “Duca”. Sul palco l’organico al completa della big band sarda formato da: Gian Piero Carta sax contralto e clarinetto, Dante Casu sax contralto e clarinetto, Massimo Carboni sax tenore, Teodoro Ruzzettu sax tenore e clarinetto, Marco Maiore sax baritono, Luca Uras, Emanuele Dau, Antonino Marguccio e Giovanni Sanna Passino tromba, Roberto Chelo corno, Salvatore Moraccini e Emiliano Desole trombone, Antonio Pitzoi chitarra, Salvatore Spano pianoforte, Alessandro Zolo contrabbasso, Luca Piana batterie.

Such Sweet Thunder è un lavoro che non è eccessivo definire perfetto; semplice e diretto, capace di fluttuare tra pathos e leggerezza, umorismo e drammatica intensità, caratterizzato come tutta l’opera di Ellington dalle orchestrazioni, inconfondibile marchio di fabbrica che rende ogni suo pezzo riconoscibile al primo ascolto. Ellington e Billy Strayhorn concepirono la suite ispirandosi per ciascun brano alle opere di William Shakespeare, dopo aver trascorso una settimana, durante la quale era stata scritturata l’orchestra di Ellington, al Festival Shakespeariano di Stratford, in Ontario, con l’idea di comporre un lavoro da eseguire nell’edizione successiva del Festival. Compirono delle ricerche approfondite sull’opera del Bardo, tanto da richiedere la consulenza di esperti dell’opera dell’autore inglese. Quasi naturale quindi che Raja abbia avuto l’idea di unire la musica di “Such Sweet Thunder” con la lettura di alcuni passi delle opere di Shakespeare, affidata ad Anna Bonaiuto, una delle attrici italiane di maggior talento, famosa per essere stata la protagonista de “L’Amore Molesto” di Mario Martone, per il quale ha vinto vari premi tra cui il David di Donatello ed il Globo d’Oro come attrice protagonista. Ha lavorato nel “Caimano” di Nanni Moretti e ne “il Divo” di Paolo Sorrentino.

La Bonaiuto conosce Shakespeare profondamente, ma lo interpreta con l’urgenza, l’humor, la leggerezza e insieme la potenza che possiamo immaginare dovessero avere gli attori contemporanei del genio inglese. E al tempo stesso sa comunicarci la straordinaria attualità e universalità di quelle parole.

Al termine dei concerti il pubblico avrà la possibilità di partecipare alla degustazione proposta dal Museo del Vino di Berchidda, con i vini della Cantina Gabriele Palmas di Sassari, delle Tenute Sella & Mosca di Alghero e della Cantina Nuraghe Crabioni di Sorso. Il gusto dei vini in degustazione è esaltato da alcune eccellenze tipiche della nostra isola: il pane con lievito naturale della bottega Madrigosas di Mariella Pinna e Talia Tidore di Olmedo, i formaggi artigianali sardi di Mario Piras di Ozieri ed i salumi di qualità del Salumificio Bardana di Ozieri.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: