EvidenzaSassari

Anche a Sassari l’Infiorata dell’Immacolata

Cerimonia religiosa in piazza Mazzotti, dove i vigili del fuoco hanno collocato una corona di fiori sulla sommità della colonna mariana

 

 

Infiorata2Sassari. Era l’8 dicembre 1954 quando monsignor Arcangelo Mazzotti, allora arcivescovo di Sassari, introdusse anche in città il rito dell’Infiorata, nel centenario della proclamazione del dogma dell’Immacolata concezione da parte di papa Pio IX. Anche quest’anno in piazza Mazzotti una corona di fiori è stata collocata dai Vigili del Fuoco sulla sommità della colonna con la statua della madonna col bambino. «Sassari è una città devota a Maria. Pensiamo a tutte le chiese che ne portano il titolo», ha ricordato l’arcivescovo padre Paolo Atzei prima della benedizione, affiancato dal canonico del Duomo don Dino Pittalis e dagli altri sacerdoti del Capitolo.

Infiorata1L’Immacolata è la patrona dell’Intergremio e del Seminario di Sassari. Alla cerimonia hanno assistito i gremi cittadini, diverse associazioni di volontariato e le autorità comunali guidate dal sindaco Nicola Sanna, con assessori e consiglieri comunali di maggioranza e opposizione. È stato inoltre letto un brano dell’Apocalisse. L’accompagnamento musicale è stato curato dal Corpo Bandistico Luigi Canepa. Sono intervenuti i bambini del catechismo della parrocchia di Sant’Apollinare e la centenaria Anna Maria Pasca.

Subito dopo il rito dell’Infiorata, i gremi e il Capitolo turritano si sono diretti verso la cattedrale di San Nicola, dove l’arcivescovo ha presieduto la funzione religiosa.

Già celebrata dal sec. XI, la solennità dell’Immacolata Concezione si inserisce nel contesto dell’Avvento-Natale. Secondo il “Messale romano”, «Maria è la Vergine che concepirà e partorirà un figlio il cui nome sarà Emmanuele».

Tags
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: