CronacaEvidenza

Al via le Giornate dell’Orientamento 2019 dell’Uniss

Si terranno l’11 e il 12 aprile presso il Complesso didattico scientifico di via Vienna. Previsti tre nuovi corsi di laurea, tra cui l’atteso Scienze Motorie

Uniss1

Sassari. Si aprirà giovedì 11 aprile la XVI edizione delle “Giornate dell’Orientamento dell’Università di Sassari”, manifestazione volta ad accogliere le future matricole. Anche quest’anno il luogo di svolgimento è il Complesso didattico scientifico di via Vienna dove fino a venerdì 12 aprile, tra le 9.00 e le 14.00, i Dipartimenti dell’Ateneo metteranno in mostra i corsi, i servizi, le attività di ricerca, gli sbocchi professionali, le carriere e tutte le indicazioni utili per scegliere il percorso universitario. Un percorso che quest’anno si arricchisce di nuove proposte, dato che anche nell’anno accademico 2019-2020, l’Ateneo ha fatto uno sforzo per proporre nuovi corsi di laurea, sempre più al passo con  le esigenze dei giovani e le richieste del mercato del lavoro. Le novità sono “Scienze motorie, sportive e benessere dell’uomo”, “Scienze politiche e giuridiche per l’amministrazione”, “Progettazione, Gestione e Promozione Turistica di Itinerari della Cultura e dell’Ambiente”.

È prevista la partecipazione di circa 4 mila ragazze e ragazzi delle classi III, IV e V di tutte le province sarde, provenienti da oltre 40 Istituti di Istruzione Secondaria.

Uniss3Come di consueto, le Giornate dell’orientamento saranno animate dalla presenza degli stand informativi dei dipartimenti dell’Ateneo, che hanno preparato una serie di eventi collaterali: presentazione dei corsi di laurea, simulazioni dei test di accesso ai corsi a numero programmato, testimonianze di studenti già immatricolati, lezioni dimostrative, visite ai laboratori, approfondimenti tematici (per esempio, ce ne sarà uno sulle opportunità degli OGM) e piccole sperimentazioni per testare da vicino le proprie passioni e inclinazioni. Sul sito dell’Università di Sassari è disponibile il calendario delle attività proposte: https://www.uniss.it/uniss-comunica/unisspress/giornate-dellorientamento-uniss-2019

Quest’anno, parallelamente alle Giornate dell’orientamento, l’Università di Sassari ha organizzato assieme alle scuole la manifestazione “Scienza in piazza-Le cause delle cose”, in programma dall’11 al 13 aprile nel polo bionaturalistico di Piandanna, sia la mattina (dalle 8.30) che il pomeriggio dalle 14.30, per venire incontro alle famiglie (calendario delle attività: https://www.uniss.it/sites/default/files/news/programma_scienza_in_piazza_2019.doc)

Conferenza stampa. Le due manifestazioni sono state presentate il 10 aprile a Piandanna nel corso di una conferenza stampa. Oltre al rettore Massimo Carpinelli, è intervenuta la delegata rettorale all’Orientamento e alla Didattica, Rossella Speranza Filigheddu, il delegato rettorale per la Formazione Insegnanti e Rapporto con le Scuole, Carlo Pensavalle, il delegato del Rettore al “sistema bibliotecario, archivi, museo, rapporti con i media, promozione dell’immagine dell’Ateneo e divulgazione scientifica, Roberto Furesi, e il direttore generale dell’Ateneo Cristiano Nicoletti. Durante la conferenza stampa, il rettore ha firmato le convenzioni per dar vita con gli istituti scolastici alle Reti di scopo Sassari e Gallura con Francesco Sircana, dirigente IIS M. Paglietti di Porto Torres, e Luigi Antolini, dirigente del Liceo Scientifico Mossa di Olbia.

Offerta formativa 2019/2020. L’Università di Sassari propone per l’anno accademico 2019/2020 58 corsi di laurea (31 triennali, 27 magistrali dei quali 6 a ciclo unico), di cui 6 internazionali: Scienze chimiche, Architettura, Economia, Scienze delle produzioni zootecniche, Pianificazione e politiche per la città, l’ambiente e il paesaggio, Wildlife management, conservation and control.

Nuovi corsi di laurea. Per l’anno accademico 2019/2020 l’Università di Sassari ha istituito tre nuovi corsi di laurea: Scienze motorie, sportive e benessere dell’uomo (laurea triennale); Scienze politiche e giuridiche per l’amministrazione (laurea magistrale); Progettazione, Gestione e Promozione Turistica di Itinerari della Cultura e dell’Ambiente triennale (offerta formativa ancora condizionata dall’approvazione miniseriale).

Il Corso di studi triennale in Scienze Motorie, Sportive e del Benessere dell’uomo è un corso di nuova istituzione nell’Ateneo di Sassari. Il corso a numero programmato è organizzato in semestri; l’attività didattica prevede lezioni frontali e attività obbligatoria di tirocinio presso dipartimenti universitari o strutture pubbliche e private.

Attraverso i 180 crediti formativi universitari (CFU) previsti si propone di sviluppare le conoscenze e le competenze scientifiche di base nei vari campi delle attività motorie umane, agendo in maniera integrata nei diversi ambiti disciplinari al fine di costruire una figura professionale in grado di potersi inserire prontamente negli ambienti di lavoro.

Gli obiettivi formativi sono indirizzati all’acquisizione di specifiche competenze – anche attraverso tirocini ed esperienze Erasmus – in particolare relative alla progettazione, conduzione, gestione e valutazione delle attività motorie e sportive, sia individuali che di gruppo, a carattere ludico-ricreativo, educativo, compensativo, adattativo, sportivo, con attenzione alle attività non convenzionali ed in spazi non codificati, che abbiano un forte legame con le specificità del territorio, finalizzate al mantenimento del benessere psico-fisico umano e con riguardo alle diverse età della vita e alle specificità di genere.

Uniss4Il corso di studi consente l’acquisizione delle basi culturali per il proseguimento degli studi presso corsi di laurea magistrale delle classi LM-47 – Organizzazione e gestione dei servizi per lo sport e le attività motorie, LM-67 – Scienze e tecniche delle attività motorie preventive e adattative, LM-68 – Scienze e tecniche dello sport.

Il corso magistrale in Scienze politiche e giuridiche per l’amministrazione si propone di formare laureati in possesso di avanzate e approfondite conoscenze e competenze nelle discipline giuridiche, socio-istituzionali, economiche e gestionali, finalizzate all’analisi e alla gestione di situazioni complesse e per elaborare strategie innovative nelle organizzazioni pubbliche e private.

Il corso offre due diversi percorsi  formativi: un indirizzo in “Innovazione e pubblica amministrazione” e uno in “Servizi giuridici per le amministrazioni”.

L’indirizzo in “Innovazione e pubblica amministrazione” intende formare studenti in grado di gestire ed integrare le nuove tecnologie negli aspetti decisionali e gestionali della pubblica amministrazione. L’indirizzo “Servizi giuridici per le amministrazioni” assicura competenze avanzate per razionalizzare e orientare i processi decisionali.

Il Corso di Studi in Progettazione, Gestione e Promozione turistica di itinerari della Cultura e dell’ambiente(L-6) è pensato come risposta formativa alle peculiarità del nord Sardegna,  un territorio caratterizzato da una forte vocazione turistica con elevati standard qualitativi determinati dalla grande rilevanza del patrimonio storico, archeologico, naturalistico, paesaggistico ed etnografico. L’obiettivo è quello di fornire un’adeguata preparazione in campo teorico e pratico negli ambiti linguistico-comunicativi, culturali, geo-economici e socio-giuridici legati all’imprenditoria turistica, integrandoli con l’acquisizione delle abilità operative necessarie alla gestione, alla promozione e alla valorizzazione delle risorse del territorio, da finalizzare alla diffusione e allo sviluppo dei vari tipi di turismo sostenibile.

Crescita di immatricolazioni e iscrizioni.  L’anno scorso l’ateneo aveva introdotto i nuovi corsi in Ingegneria informatica, “Gestione energetica e sicurezza” (triennale professionalizzante), la laurea magistrale in “Qualità e sicurezza dei prodotti alimentari”, il corso internazionale in “Wildlife Management, Conservation, and Control. Grazie a queste innovazioni, quest’anno l’Università di Sassari ha superato il muro delle 4mila immatricolazioni con un +3,5% rispetto allo scorso anno accademico. Si stimano complessivamente 13.500 iscritti.

Orientamento e servizi agli  studenti: cresce lo “Student Hub”. Nell’ottica di voler accrescere i servizi agli studenti, l’Università amplia gli spazi aperti agli studenti nel fine settimana e prevede nuovi interventi. Dal 10 aprile, sono aperti gli spazi rinnovati dello student hub “polo bionaturalistico” a Piandanna. In questi spazi già esistenti, dotati di nuovi arredi, sono state realizzate ulteriori 20 postazioni (sono 64 in totale) oltre a un nuovo sistema di illuminazione e alla sistemazione di pannelli fonoassorbenti. Novità anche nel quadrilatero di viale Mancini, dove apre la “ex aula Satta” al piano terra, con 32 posti studio. Inoltre, nello student hub “ex bar” al primo piano (già esistente in viale Mancini), sono stati ricavati altri 60 metri quadri che oggi ospitano altri 36 posti studio (diventano 71 con i 35 già presenti). L’amministrazione intende proseguire su questa strada e sta pianificando interventi per aprire molto presto aree dello student hub anche nel polo umanistico via Roma-via Zanfarino, nel polo didattico Monserrato in via Vienna e nel dipartimento di Agraria.

Progetto Orientamento: Unisco 2.0. Le reti di scopo Sassari-Alghero e Gallura Goceano.
L’Università di Sassari sta sviluppando assieme alle scuole del territorio numerose azioni previste dal progetto regionale di orientamento “UNISCO 2.0″, attuando forme di collaborazione, comunicazione e coinvolgimento degli istituti appartenenti alla rete di scopo Ambiti 1 (Sassari – Alghero) e 2 (Gallura Goceano).

Le scuole capofila sono rispettivamente l’Istituto Paglietti di Porto Torres, guidato da Francesco Sircana, e il Liceo scientifico Mossa di Olbia, guidato da Luigi Antolini. Questi istituti avranno il compito di coordinare le attività e le azioni delle scuole appartenenti alla rete di scopo  fungendo da tramite tra l’università di Sassari e le scuole stesse, anche nei confronti della Regione Sardegna.

Oltre a”Scienza in piazza”, il progetto prevede che vengano portate avanti numerose e variegate attività di valutazione degli apprendimenti degli studenti, quali laboratori per il potenziamento dei “saperi minimi”, erogazione di moduli disciplinari per il riallineamento degli apprendimenti, attività di Alternanza Scuola – Università corsi preparatori di orientamento all’iscrizione universitaria o equivalente, eventi a sostegno della formazione e della divulgazione scientifica,  formazione continua dei docenti, collaborazione nella fase di esecuzione di singoli progetti della scuola e dell’università.   

Scienza in piazza-Le cause delle cose. Dall’11 al 13 aprile nel Polo Bionaturalistico di Piandanna in via Piandanna 4, si terrà l’edizione 2019 di “Scienza in Piazza” con i seguenti orari: l’11 e 12 aprile dalle 8:30 alle 13:30 e dalle 15:00 alle 18:00; il 13 aprile dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 19:30.

“Scienza in Piazza” è una manifestazione di divulgazione scientifica che da più di un decennio ha consolidato una formula di successo, capace di attirare l’attenzione dei giovani e delle famiglie sulle meraviglie della scienza e non solo. Scienza in piazza è curata dall’Università di Sassari assieme alla Rete di Scopo di Scuole del progetto di orientamento POR FSE UNISS 2014-2020 asse III Istruzione e Formazione Azione 10.5.1, in collaborazione con la Rete di Associazioni “Scienza in Movimento”. Oltre alla RAS, Regione Autonoma della Sardegna, sostengono il progetto l’ERSU, la Fondazione di Sardegna e il Cityplex Moderno di Sassari.

Quest’anno il tema è “Le Cause delle Cose”. Gli spazi espositivi sono stati allestiti con entusiasmo dalle scuole, grazie all’impegno delle squadre di docenti Scuola e UNISS, e studentesse e studenti Scuola e UNISS, e degli esponenti delle associazioni della rete “Scienze in Movimento”. A corollario dell’evento, saranno realizzati alcuni momenti celebrativi, nello specifico, per i 50 anni dell’Uomo sulla Luna, i 150 anni della Tavola Periodica degli Elementi, i 200 anni del viaggio in Sardegna di Alberto La Marmora e i 500 anni di Leonardo da Vinci. Tanti contenuti per un’edizione che si presenta più ricca e dinamica del solito. Le prenotazioni per Scienza in piazza sono raccolte dalle studentesse e dagli studenti dell’Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Devilla-Dessì-La Marmora di Sassari. Le visite guidate sono a cura delle allieve e degli allievi dell’istituto Devilla–Dessì-La Marmora e dell’IPSAR Istituto Professionale per i Servizi Alberghieri.

Video e grafica. Alla riuscita della manifestazione collabora anche il liceo artistico “Figari” e in particolare gli allievi del prof. Antonello Capitta e Marco Ippolito che hanno realizzato un video promozionale, pubblicato sul canale Unisstube (youtube dell’Università di Sassari): https://www.youtube.com/watch?v=rlyKIAGvrvs&fbclid=IwAR33Wqz6sYUKESKmSXvbMT0ueY2s-IOOLYWKsO-OgKSgfM9gKIvp1n9TDxQ. A Gef Sanna del liceo Figari si deve lo studio grafico di Scienza in piazza. Entrambi i gruppi hanno partecipato ad attività di alternanza scuola-lavoro.

Anteprima “Scienza in piazza”.  Il 10 aprile alle 19, nell’aula magna del Liceo Canopoleno (via Luna e Sole 44), è andato in scena lo spettacolo teatrale ‹‹Un mormorio di acqua corrente- Scienza e Natura ne “I Promessi Sposi”››. Poiché di Scienza e di Natura si può parlare anche con la letteratura, il saggio del Laboratorio teatrale del liceo “Canopoleno” può essere considerato una “anteprima” della Manifestazione vera e propria, un “Aspettando Scienza in Piazza”, mentre si parla di Renzo e di Don Ferrante.

I partner dell’Università degli Studi di Sassari. Durante le Giornate dell’Orientamento saranno presenti anche studenti e studentesse del Conservatorio di Musica “Luigi Canepa” di Sassari, che accompagneranno la manifestazione con vari intermezzi musicali. Si ringrazia inoltre l’Accademia di Belle Arti “Mario Sironi” che ha curato la grafica delle brochure dei corsi (in particolare il professor Roberto Satta). L’Ateneo è legato alle due istituzioni da un protocollo d’intesa che prevede una collaborazione a vari livelli. Obiettivo comune è l’innalzamento della qualità della formazione dei nostri studenti.

Altri stand. Le Giornate dell’Orientamento ospiteranno anche gli stand dell’ERSU- Ente regionale per il diritto allo studio, che illustrerà i servizi abitativi, di ristorazione e le opportunità di sussidio riservate ai ragazzi con particolari condizioni economiche. Torneranno inoltre i rappresentanti dell’Esercito e del 118.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: